Quello che i creazionisti non dicono

Nel blog di A.Piombino Scienzeedintorni sono comparsi tre interventi di R.Verolini, l’altro partecipante al confronto con i creazionisti biblici, avvenuto a Roma il 22/10/10: 1.  Darwin, l’evoluzionismo e gli errori degli antievoluzionisti2. genetica, geometrie perfette di alcuni organismi e antievoluzionisti3: il Dio di Darwin: una alternativa laica al creazionismo e all’intelligent designSi evidenzia come il difetto principale sia che non arrivino


Nel blog di A.Piombino Scienzeedintorni sono comparsi tre interventi di R.Verolini, l’altro partecipante al confronto con i creazionisti biblici, avvenuto a Roma il 22/10/10:

1.  Darwin, l’evoluzionismo e gli errori degli antievoluzionisti

2. genetica, geometrie perfette di alcuni organismi e antievoluzionisti

3: il Dio di Darwin: una alternativa laica al creazionismo e all’intelligent design

Si evidenzia come il difetto principale sia che non arrivino proprio serie proposte alternative; ma soprattutto che comunque non potrebbero arrivare per le carenze incredibili sulle conoscenze di base che sono necessarie proprio per fare un minimo di proposte, Fare critiche non è difficile (i biologi evoluzionisti non hanno mai smesso di suggerirle…).
E’ come pensare che chi crede che la terra giri intorno al sole possa fare proposte che oggi qualcuno possa seriamente considerare, dato che GIA’ le premesse contrastano con i fatti. Non diversa nonh solo la considerazione ma anche l’utilità di proposte che vengono da chi parte da premesse incompatibili con i fatti dimostrati, come la scala dei tempi.
D’altronde chi è sincero ammette che insiste a difendere una scala dei tempi di poche migliaia di anni.solo per un motivo strumentale.

Tratto da L’Antievoluzionismo in Italia, il blog di Daniele Formenti