Ricordando Alfred Russel Wallace

Alfred Russel Wallace (8 gennaio 1823 – 7 novembre 1913) è spesso considerato uno scienziato dimenticato, a dispetto dell’enorme importanza che i suoi scritti ebbero sulla definizione della teoria dell’evoluzione e sul lavoro di Darwin. Wallace formulò, infatti, una personale teoria evoluzionistica simile a quella di Charles Darwin nello stesso periodo in cui lo stesso Darwin elaborava la propria.A distanza

Alfred Russel Wallace (8 gennaio 1823 – 7 novembre 1913) è spesso considerato uno scienziato dimenticato, a dispetto dell’enorme importanza che i suoi scritti ebbero sulla definizione della teoria dell’evoluzione e sul lavoro di Darwin. Wallace formulò, infatti, una personale teoria evoluzionistica simile a quella di Charles Darwin nello stesso periodo in cui lo stesso Darwin elaborava la propria.

A distanza di poco più di 100 anni dalla pubblicazione della sua autobiografia intitolata “My Life”, ecco ora disponibili altre quattro biografie, segnalate da Sandra Knapp sull’ultimo volume (vol. 92, settembre 2007) della prestigiosa rivista Biological Journal of the Linnean Society.

Uno degli aspetti che colpisce è che, sebbene Wallace sia considerato uno scienziato poco noto al grande pubblico, lo stesso non si può dire per gli evoluzionisti e per gli storici della scienza che hanno a lui dedicato una enorme attenzione, come testimoniato dal fatto che nel corso dell’ultimo secolo sono state pubblicate ben due nuove biografie per decade.

Wallace fu infatti un personaggio unico, poiché se da un lato si caratterizzava per il suo fascino e la genialità del suo intelletto, dall’altro si rimane perplessi nel ritrovare nello stesso personaggio anche un “ecologista” ante litteram, un passionale socialista ed un convinto spiritista.

Per chi volesse approfondire la propria conoscenza di Wallace, ecco i riferimenti delle ultime quattro biografia a lui dedicate:

The Forgotten Naturalist: In Search of Alfred Russel Wallace di John G. Wilson. Australian Scholarly Publishing Pty Ltd, 2000..

Alfred Russel Wallace: A Life di Peter Raby. Chatto & Windus Ltd (USA: Princeton University Press), 2001.

The Alfred Russel Wallace Reader: A Selection of Writings from the Field di Jane Camerini. The Johns Hopkins University Press, 2002.

Infinite Tropics: An Alfred Russel Wallace Anthology di Andrew Berry. London & New York: Verso, 2002.


Per chi preferisse invece un testo scritto in italiano, da non perdere è sicuramente il testo intitolato “L’uomo che getto nel panico Darwin. La vita e le scoperte di Alfred Russel Wallace” (Bollati Boringhieri, 2006, euro 24) scritto da Federico Focher, ricercatore dell’Istituto di Genetica Molecolare (Igm) del CNR di Pavia. Il libro di Focher non è solamente la prima monografia italiana dedicata al naturalista vittoriano, ma anche un affascinante testo che guida il lettore alla scoperta di questo geniale, quanto complesso, scienziato che nella sua lunga vita (Wallace morì all’età di 90 anni!!) diede prova di essere molto abile nei più disparati ambiti della ricerca scientifica.

 

Mauro Mandrioli