Rinvenuti i primi esemplari adulti di anguilla americana nel Mar dei Sargassi

Un team di ricercatori canadesi ha monitorato i flussi migratori di esemplari adulti di anguilla americana (Anguilla rostrata) verso il Mar dei Sargassi


Per la prima volta dopo decenni di analisi e speculazioni, sono stati rinvenuti esemplari adulti di anguilla americana (Anguilla rostrata) nel Mar dei Sargassi, un’area dell’Oceano Atlantico compresa trai due arcipelaghi delle Grandi Antille e delle Azzorre. Sebbene sia noto da tempo che le anguille si riproducono esclusivamente in questo luogo, tutte le spedizioni al fine di catturare esemplari adulti erano risultate fallimentari. Soltanto recentemente, tramite l’utilizzo di sofisticati trasmettitori satellitari, è stato infatti possibile studiare i movimenti di questi animali verso queste acque.

Il Professor Dodson e il suo gruppo di ricercatori della Dalhousie University ha catturato 22 anguille in Nuova Scozia e 16 nell’estuario del fiume San Lorenzo e apposto su di esse questi specifici strumenti, che ne hanno tracciato le rotte verso l’area riproduttiva. Dei 16 dispositivi recuperati dai ricercatori, solo uno ha rivelato la traiettoria migratoria completa verso le acque oceaniche dei Sargassi. Il trasmettitore in questione ha mostrato la direzione dell’animale inizialmente verso sud della piattaforma continentale, fino al raggiungimento della destinazione in circa 45 giorni. I ricercatori hanno stabilito, inoltre, che l’anguilla in questione ha percorso circa 2.400 km (si veda l’immagine).

La scoperta, pubblicata su Nature Communication, indica l’esistenza di un meccanismo migratorio probabilmente basato sulla percezione del campo magnetico terrestre. Infatti, tutti gli individui, per quanto i dati sui loro percorsi siano parziali, hanno mostrato un’elevata coerenza nella rotta adottata per compiere tali spostamenti. Sebbene certamente ancora in modo incompleto, questo studio fornisce le prime importanti informazioni su uno dei comportamenti animali che ha da sempre affascinato maggiormente i biologi di tutto il mondo.


Riferimenti:
Mélanie Béguer-Pon, Martin Castonguay, Shiliang Shan, José Benchetrit & Julian J. Dodson. Direct observations of American eels migrating across the continental shelf to the Sargasso Sea. Nature Communications. Published 27 October 2015.

Immagine: Mélanie Béguer-Pon, Martin Castonguay, Shiliang Shan, José Benchetrit & Julian J. Dodson. Nature Communication