Roccaforti dell'”erpetodiversità”

Dal 7 al 12 giugno il Museo di Storia Naturale di Milano sarà teatro di una mostra fotografica naturalistica dal titolo: “Foreste ecuadoriane e arcipelago delle Galapagos: roccaforti dell’”erpetodiversità”.La mostra è dedicata alle foreste umide tropicali dell’Ecuador e all’arcipelago delle Galapagos, facenti parte di uno dei più importanti “Hot spot” di biodiversità del pianeta, teatro di una straordinaria varietà di


Dal 7 al 12 giugno il Museo di Storia Naturale di Milano sarà teatro di una mostra fotografica naturalistica dal titolo: “Foreste ecuadoriane e arcipelago delle Galapagos: roccaforti dell'”erpetodiversità”.

La mostra è dedicata alle foreste umide tropicali dell’Ecuador e all’arcipelago delle Galapagos, facenti parte di uno dei più importanti “Hot spot” di biodiversità del pianeta, teatro di una straordinaria varietà di forme di vita.

L'”erpetofauna”, che comprende i rettili e gli anfibi, è la vera protagonista dell’esibizione. Queste creature sono poco conosciute e spesso bistrattate, in certi casi persino oggetto di persecuzione. Esse costituiscono tuttavia una grande fetta della biodiversità animale presente sul nostro pianeta e rappresentano inoltre importanti indicatori ambientali. Una delle intenzioni di questa iniziativa, in linea con gli obiettivi di Erpethon, maratona erpetologica che sarà di scena nello stesso periodo al museo, è cercare di sottolineare l’importanza della loro conservazione mettendo in risalto l’eccezionale ricchezza di forme, di colori e di comportamenti esibita dai nostri protagonisti a sangue freddo.