Scimpanzè e sesso a pagamento

Carne in cambio di sesso in alcune popolazioni di scimpanzè (Pan troglodytes). Nelle foreste della Costa d’Avorio i maschi di scimpanzè spesso dividono i frutti delle proprie battute di caccia con alcune femmine. Non si tratta di un esempio estremo di generosità ed altruismo, bensì, come messo in evidenza da un gruppo di primatologi del Max Planck Institute for Evolutionary

Carne in cambio di sesso in alcune popolazioni di scimpanzè (Pan troglodytes). Nelle foreste della Costa d’Avorio i maschi di scimpanzè spesso dividono i frutti delle proprie battute di caccia con alcune femmine. Non si tratta di un esempio estremo di generosità ed altruismo, bensì, come messo in evidenza da un gruppo di primatologi del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology di Lipsia, di una strategia per beneficiare di favori sessuali da parte di queste.

Il comportamento maschile di condivisione del cibo con le femmine che non partecipano alla caccia è noto da tempo, ma numerosi studi avevano fallito nel determinarne le cause. Sulle pagine della rivista open access PLoS One, si legge che i maschi che offrono parte delle proprie prede alle femmine hanno circa il doppio di possibilità di accoppiarsi con esse rispetto a quelli che non lo fanno.

Un fatto interessante che emerge dallo studio è che questo comportamento di condivisione del cibo è presente in tutto il corso dell’anno, anche se è più frequente durante il periodo di estro femminile, dunque nelle fasi in cui è più probabile che le copule portino al concepimento. Questo indica che le offerte di carne in cambio di maggiori possibilità di accoppiamento non è spiegabile solamente su scala temporale di breve termine, ma sottolinea una sorta di pianificazione delle proprie azioni da parte dei maschi in funzione di benefici futuri.

Anche le femmine, approfittando di questi doni maschili e, di conseguenza, accoppiandosi prevalentemente con gli autori delle offerte, acquisiscono alcuni vantaggi, sia nell’immediato che al momento della nascita dei cuccioli. Infatti, non prendendo parte alle battute di caccia e non sprecando energie riescono ugualmente a nutrirsi di cibi molto calorici, che risultano fondamentali sia per il proprio mantenimento fisico che durante la gestazione per il corretto sviluppo della prole.

Carne, e il conseguente contributo calorico senza i rischi della caccia nè sprechi di energia, in cambio di sesso, e le conseguenti maggiori chances di paternità e un maggior successo riproduttivo: una nuova sfaccettatura nelle interazioni tra sessi e nella complessa organizzazione dei gruppi sociali dello scimpanzè.

Andrea Romano


Riferimenti:
Gomes CM, Boesch C. Wild Chimpanzees Exchange Meat for Sex on a Long-Term Basis. PLoS ONE, 2009; 4 (4): e5116 DOI: 10.1371/journal.pone.0005116