Scoperta una nuova famiglia estinta di marsupiali mangiatori di chiocciole

Le recenti scoperte fossili nel sito di Riversleigh, in Australia, hanno consentito a un gruppo internazionale di paleontologi l’individuazione di una nuova famiglia di marsupiali carnivori vissuti nel Miocene

Nel sito di Riversleigh, nello stato australiano del Queensland, lavora già da alcune decadi un gruppo internazionale di paleontologi guidati da Mike Archer e Sue Hand dell’Università del Nuovo Galles del Sud. I ricercatori hanno dissotterrato finora molti esemplari di quello che era stato indicato fin dal 2011 come un nuovo genere: Malleodectes, comprendente due specie, M. mirabilis e M. moenia, di cui la scarsità dei reperti non aveva tuttavia permesso di determinare la famiglia e l’ordine.

I Malleodectes avevano all’incirca le dimensioni di un furetto, vivevano nelle foreste del Miocene, circa 17 milioni di anni fa, ed erano dotati di un grosso premolare smussato a forma di martello a penna tonda; da cui la denominazione che significa “morso a martello”. Non se ne sapeva molto di più fino alla recente scoperta, pubblicata sulla rivista Scientific Reports, di una porzione ben conservata del cranio di un esemplare giovane, nel periodo della dentizione. Erano presenti i denti da latte, con quelli da adulto pronti a spuntare, ma ancora nascosti all’interno della mascella. Per accertarne la presenza e la forma, è stata compiuta una scansione con la tomografia computerizzata.

Mentre finora erano state trovate solo piccole parti dell’arcata dentaria, il nuovo reperto comprendeva molari, premolari e canini, e ha permesso così di ipotizzare la relazione dei Malleodectes con altri marsupiali australiani. L’analisi filogenetica suggerisce che facciano parte dei Dasyuromorphia, un ordine di marsupiali australiani carnivori, che comprende famiglie tuttora viventi, come quella dei Dasyuridae, cui appartengono il quoll e il diavolo della Tasmania, la famiglia dei Myrmecobiidae, di cui fa parte il numbat (formichiere marsupiale); e la famiglia dei Thyilacinidae, con il recentemente estinto tilacino.

Tuttavia la presenza di alcune caratteristiche dentali che non si trovano nelle altre famiglie di quest’ordine, soprattutto il robusto premolare, che non ha eguali in nessun altro marsupiale esistente o fossile, suggeriscono che probabilmente appartenesse ad una famiglia finora ignota, cui è stato attribuito il nome, tratto da quello del genere, di Malleodectidae. La linea di discendenza di tale famiglia si sarebbe differenziata almeno 23 milioni di anni fa. Saranno necessarie ulteriori verifiche (e possibilmente, altri ritrovamenti) per confermarne l’appartenenza all’ordine dei Dasyuromorphia e stabilirne le relazioni con le altre tre famiglie.

La somiglianza della dentatura del Malleodectes con quella del moderno scinco dalla lingua rosa (Hemisphaeriodon gerrardii), un rettile specializzato nel mangiare chiocciole, suggerisce la possibilità che anche il primo fosse un cacciatore di questo tipo di gasteropodi, di cui probabilmente schiacciava il guscio con il premolare a martello. Tuttavia altri particolari della dentatura, come i molari ben sviluppati, fanno ritenere che probabilmente consumasse una più vasta gamma di prede, tra cui anche piccoli vertebrati.

Giacché le chiocciole sono comuni negli ambienti acquatici, i ricercatori si sono chiesti se anche i Malleodoctes potessero vivere a ridosso di corsi o specchi d’acqua; tuttavia i loro resti fossili sono stati rinvenuti esclusivamente in cave argillose e mai in depositi di origine acquatica, rendendo poco probabile tale ipotesi. Probabilmente questo marsupiale occupava una nicchia nelle foreste pluviali australiane del Miocene che non è più stata occupata in seguito da nessun altro gruppo di mammiferi. “La scoperta di un’intera nuova famiglia di marsupiali è davvero notevole” afferma Robin Beck, uno dei ricercatori, “e la stranezza di quest’animale mostra che abbiamo ancora molto da scoprire sull’evoluzione dei mammiferi”.


Riferimenti:
M. Archer, S. J. Hand, K. H. Black, R. M. D. Beck, D. A. Arena, L. A. B. Wilson, S. Kealy & T.-t. Hung. A new family of bizarre durophagous carnivorous marsupials from Miocene deposits in the Riversleigh World Heritage Area, northwestern Queensland. Scientific Reports 6, Article number: 26911 

Immagine: di Peter Schouten, Archer et al. Scientific Reports 6: 26911