Scoperta un’altra specie di varano gigante

Non è passato nemmeno un mese dalla scoperta nelle Filippine di Varanus bitatawa (Pikaia ne ha parlato qui), una specie di varano gigante che si nutre esclusivamente di frutta, che giunge, inaspettata, un’altra notizia molto simile. Anche questa volta la notizia proviene dal sud-est asiatico, in particolare dall’Indonesia, e anche questa volta la notizia riguarda la scoperta di un’altra specie

Non è passato nemmeno un mese dalla scoperta nelle Filippine di Varanus bitatawa (Pikaia ne ha parlato qui), una specie di varano gigante che si nutre esclusivamente di frutta, che giunge, inaspettata, un’altra notizia molto simile. Anche questa volta la notizia proviene dal sud-est asiatico, in particolare dall’Indonesia, e anche questa volta la notizia riguarda la scoperta di un’altra specie di varano.

La nuova specie, chiamata Varanus obor e descritta sulla rivista Zootaxa, è stata rinvenuta sull’Isola di Sanana appartenente all’arcipelago delle Molucche, di cui risulta endemica. La lucertolona, che può superare il metro di lunghezza, presenta una testa di un brillante colore arancione e un dorso nero lucido. E’ proprio questa sua colorazione, unica tra i varani se si considera che è l’unica specie del sottogenere Euprepiosaurus a possedere pigmenti rosso-arancioni, che gli ha conferito il suo nome: la parola “obor” significa infatti “torcia” in indonesiano. Varanus obor si prevalentemente a base di piccoli animali e, all’occorrenza, di carogne: considerando che nell’habitat in cui vive non esistono mammiferi predatori di grosse dimensioni, questa specie può essere considerata l’apice delle reti trofiche terrestri dell’isola, come spesso accade in ambienti che hanno consentito l’origine e l’evoluzione di rettili di taglia ragguardevole.

In tutte le regioni che si trovano a est della linea di Wallace, una linea di demarcazione biologica che “separa” la fauna dell’Australia da quella dell’Asia, infatti, non esistono grandi mammiferi predatori nativi di quei territori. Diversamente a quanto accade negli altri continenti in cui i rettili devono competere intensamente con i mammiferi per le risorse, infatti, in Indonesia, Australia e Nuova Guinea sono proprio i grandi rettili, solitamente appartenenti alla famiglia dei Varanidae, a trovarsi al vertice della catena alimentare.

Due specie di varano gigante scoperte a poche settimane di distanza l’una dall’altra: la biodiversità sulla terra è tutt’altro che conosciuta, anche se, come in questi casi, è a portata di mano. Esploratori del nuovo millenio, tocca a voi…

Andrea Romano


Riferimenti:
Valter S-Å Weijola, Samuel S. Sweet. A new melanistic species of monitor lizard (Reptilia: Squamata: Varanidae) from Sanana Island, Indonesia. Zootaxa, 2010; 2434: 17-32