Seconda scuola estiva in “Genetica della conservazione degli organismi marini”

Gli enormi progressi in ambito biologico-molecolare compiuti negli ultimi venti anni consentono oggi di caratterizzare geneticamente individui, popolazioni e specie con tempi e costi relativamente ridotti. Queste informazioni sulla biodiversità genetica, spesso trascurate, possono fornire un fondamentale contributo alla conservazione e alla gestione degli ecosistemi. Vista l’importanza di questa tematica, per il secondo anno è organizzata la scuola estiva in

Gli enormi progressi in ambito biologico-molecolare compiuti negli ultimi venti anni consentono oggi di caratterizzare geneticamente individui, popolazioni e specie con tempi e costi relativamente ridotti. Queste informazioni sulla biodiversità genetica, spesso trascurate, possono fornire un fondamentale contributo alla conservazione e alla gestione degli ecosistemi.

Vista l’importanza di questa tematica, per il secondo anno è organizzata la scuola estiva in genetica della conservazione degli organismi marini che si terrà  ai primi di luglio. La scuola è dedicata a studenti (25 massimo) di discipline affini (biologia della conservazione, biologia marina, ecologia, evoluzione, ecc.) che vogliono avvicinarsi alla genetica come strumento utile alla gestione e conservazione delle specie.


Seconda scuola estiva in Genetica della Conservazione degli Organismi Marini
Organizzatori: Maria Berica Rasotto, Giorgio Bertorelle, Leonardo Congiu, Lorenzo Zane

Quando e dove: 3-9 luglio 2011, Chioggia (Venezia)

Deadline per inviare l’iscrizione: 31 Maggio 2011

Costi: i partecipanti selezionati non dovranno pagare alcuna quota di iscrizione; anche i pranzi, i coffee break e la cena sociale saranno gratuiti grazie al sostegno economico della Regione Veneto (Progetto CLODIA).

Docenti: G. Bertorelle (University of Ferrara, Italy), M. Casiraghi (University of Milano-Bicocca, Italy), L. Congiu (University of Padova, Italy), J.C. Garza (NOAA Fisheries Service, Santa Cruz, USA), A. R. Hoelzel (Durham University, Durham, UK), C. van Oosterhout (University of Hull, UK), G. Procaccini (Stazione Zoologica A. Dohrn, Napoli), M.B. Rasotto (University of Padova, Italy), C. Sgro (Monash University, Melbourne, Australia), L. Zane (University of Padova, Italy).

In occasione della scuola, saranno presentati i possibili ambiti di applicazione della genetica della conservazione e spiegati i concetti e gli strumenti principali di questa disciplina. Saranno inoltre illustrati e discussi casi di studio. Le lezioni frontali saranno accompagnate da attività pratiche di laboratorio e sessioni di analisi dati. Alcuni studenti selezionati avranno la possibilità di discutere collettivamente i loro progetti di ricerca. Il ridotto numero di partecipanti consentirà la massima interazione con docenti italiani e stranieri durante tutta la settimana. La Scuola è indirizzata a studenti, neolaureati e dottorandi, italiani e stranieri. I partecipanti saranno selezionati in numero non superiore a 25 e 10 posti saranno riservati a studenti provenienti dall’Università di Padova.

La Scuola si terrà a Palazzo Grassi, Chioggia (Venezia).

Mauro Mandrioli
5917
5917.pdf (703 KB)