Settima Edizione della Scuola di Paleoantropologia

locandina2017-1

Aperte le iscrizioni alla settima Edizione della Scuola di Paleoantropologia, che avrà luogo a Perugia dal 20 al 25 Febbraio 2017. Le iscrizioni sono aperte fino al 7 Gennaio 2017


Il Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia, in collaborazione con la Galleria di Storia Naturale dell’Università di Perugia, presenta la Settima Edizione della Scuola di Paleoantropologia di Perugia, un’occasione unica nel panorama nazionale per il perfezionamento e l’approfondimento delle conoscenze sul tema dell’evoluzione umana.


La Scuola di Paleoantropologia propone un’offerta didattica articolata su due livelli

Primo Livello: formazione di base Aperto a studenti, laureati, dottorandi, insegnanti e semplici appassionati, ha come obiettivo offrire una conoscenza di base nel campo della paleoantropologia e delle discipline correlate (antropologia molecolare, paleontologia dei vertebrati, archeologia preistorica, archeozoologia, geologia del Quaternario, morfologia funzionale, ecc.).

Secondo Livello: workshop tematico Corso specialistico e professionalizzante focalizzato, di anno in anno, su uno specifico tema o approccio metodologico. Dedicato a partecipanti con buone basi in paleoantropologia e/o discipline correlate, che siano interessati ad approfondire la tematica in esame.


Workshop Edizione 2017 – Antropologia Molecolare
Fino a pochi anni fa la ricostruzione dell’evoluzione della nostra specie a livello molecolare era basata unicamente su informazioni ottenute dalle popolazioni moderne che, benché importanti, non sono sufficienti a chiarire del tutto il quadro della nostra storia evolutiva. Grazie agli studi sul DNA antico (aDNA) oggi è possibile, attraverso il confronto diacronico di sequenze nucleotidiche di gruppi umani moderni e antichi, distinguere i fenomeni di acculturazione e di sostituzione di una popolazione con un’altra, risalire alle modalità di popolamento delle differenti aree geografiche, accertare i rapporti di parentela nel caso di sepolture multiple, stabilire le modalità di migrazione dei popoli, rilevare eventuali difetti genetici nonché risolvere i casi dubbi di determinazione del sesso. Lo studio del aDNA si è così consolidato negli anni come una disciplina molto ampia e specializzata, che consente di ricavare informazioni necessarie per chiarire il passato della nostra specie. La prima fase della ricerca molecolare, basata sull’utilizzo di marcatori uniparentali classici quali DNA mitocondriale (mtDNA) e cromosoma Y, è stata possibile grazie all’intervento delle nuove tecnologie di sequenziamento affiancata dagli studi del DNA genomico completo. In questo workshop saranno affrontati i vari aspetti delle ricerche dell’antropologia molecolare, analizzando, previo consenso informato, il mtDNA dei partecipanti al corso. Questo studio prevedrà quindi l’utilizzo di tecniche di laboratorio quali: estrazione del DNA genomico da mucosa buccale, amplificazione e sequenziamento delle regioni di interesse del mtDNA tramite la reazione a catena della polimerasi (PCR). Sono previste inoltre, l’estrazione e lo studio del aDNA di reperti ossei e lezioni pratiche finalizzate alla conoscenza dei metodi di base d’analisi e d’interpretazione dei risultati genetici.

Tutte le informazioni su come iscriversi e il programma dettagliato sul sito della Scuola di Paleotropologia