Spinosaurus era semiacquatico!

Eccezionale notizia per gli appassionati di dinosauri: Spinosaurus era una specie adatatta all’ambiente acquatico

Il numero odierno di Science pubblica la minuziosa descrizione di fossili di Spinosaurus aegyptiacus, uno dei più grandi dinosauri carnivori mai vissuti, concludendo che questa specie aveva un’anatomia corporea ben adattata all’ambiente acquatico. Nonostante le sue enormi dimensioni, in quanto poteva raggiungere i 15 metri di lunghezza e le 20 tonnellate di peso, presenta infatti: piccole narici alla sommità del capo in modo tale da riuscire a respirare anche quando parzialmente sommerso, limitando allo stesso tempo l’ingresso di acqua; lunghe zampe anteriori rispetto alle specie affini utili a garantire la propulsione nel nuoto; lunghi denti conici, tipici delle specie che cacciano i pesci; ossa molto dense che facilitavano l’immersione; piedi piatti dotati di lunghe dita, simili a quelli (con le dovute proporzioni) tipici degli attuali uccelli che si muovono in ambiente fangoso.
Sebbene già si ritenesse che Spinosaurus, vissuto tra 110 e 90 milioni di anni fa, frequentasse ambienti paludosi, la combinazione di tutte queste caratteristiche, secondo gli autori, fanno di Spinosaurus, il primo dinosauro squisitamente semiacquatico. Per maggiori dettagli sulla descrizione degli adattamenti e per la visualizzazione di immagini dei fossili e delle ricostruzioni artistiche, rimando ad altri siti e blog specializzati (Science DailyNational GeographicTheropoda)
La scoperta è particolarmente importante per noi italiani: infatti, diversi dei nuovi risultati provengono dalla descrizione di un fossile conservato al Museo di Storia Naturale di Milano. Inoltre, lo studio la firma di numerosi ricercatori italiani: Simone Maganuco e Cristiano Dal Sasso del Museo di Storia Naturale di Milano, Matteo Fabbri dell’Università di Bristol e Dawid Iurino dell’Università la Sapienza di Roma. Anche le illustrazioni ufficiali sono italiane, in quanto realizzate da Davide Bonadonna e Marco Auditore.
Andrea Romano
Riferimenti:
Nizar Ibrahim, Paul C. Sereno, Cristiano Dal Sasso, Simone Maganuco, Matteo Fabbri, David M. Martill, Samir Zouhri, Nathan Myhrvold, and Dawid A. Iurino. Semiaquatic adaptations in a giant predatory dinosaur. Science, 11 September 2014 DOI: 10.1126/science.1258750
Crediti immagine: Marco Auditore