Archivio tag: evoluzione umana

Homo abilis: per la prima volta nella Savana

Il passaggio dalla foresta alla savana è stato probabilmente uno dei momenti con più conseguenze nella storia evolutiva degli ominidi (ha portato ad esempio alle specializzazioni per la statura completamente eretta e per la corsa in H. erectus), ma nonostante nel tempo si siano formulate solide ipotesi su quando cominciò questa transizione ancora mancavano effettivi riscontri empirici. In particolare non

Read more

Tutto su Ardi

Era qualche anno che si aspettava questo momento, fin dallo studio svolto sui primi reperti e pubblicato più di un decennio fa, e finalmente Ardipithecus ramidus fa in questi giorni la sua entrata in scena in grande stile con uno speciale totalmente dedicato su Science (liberamente accessibile, dopo una semplice registrazione gratuita, a questo indirizzo); cosa c’è di tanto interessante,

Read more

Dagli alberi al bipedismo

La lenta camminata dello scimmione che alzandosi su due piedi diventa uomo è una delle rappresentazioni più famose e diffuse dell’evoluzione umana, anche se per chi mastica anche solo un poco la teoria darwiniana è decisamente un’eresia: non esiste difatti una direzione nella storia evolutiva, e i nostri antenati non sono “diventati uomini” ma, più prosaicamente, una delle loro linee

Read more

Il piccolo uomo di Flores

Due studi pubblicati su Nature sembrano gettare nuova luce, e al contempo proiettare nuove affascinati zone d’ombra, su uno dei ritrovamenti fossili più misteriosi e interessanti degli ultimi anni, ovvero i resti che alcuni considerano appartenenti a esemplari di Homo sapiens o di erectus affetti da patologie deformanti e che sempre più scienziati vedono invece come rappresentanti di una nuova

Read more

La nuova storia dell’uomo di Pechino

I resti fossili di Homo erectus rinvenuti in Cina nei pressi di Zhoukoudian, meglio conosciuti come appartenenti all’uomo di Pechino, potrebbero essere risalenti ad un periodo molto antecedente a quanto ritenuto fino ad ora. Le datazioni comunemente accettate collocano questi reperti in un periodo compreso tra 500.000 e 250.000 anni fa, anche se hanno spesso suscitato profonde polemiche e accesi

Read more

Dal Kenya con la postura eretta

Alcune strutture degli organismi spesso non si conservano (o si conservano con difficoltà) nei sedimenti fossiliferi, ma devono essere ricostruite sulla base di informazioni indirette. A volte, però, capita di trovare indizi, tracce non fossile che potrebbero fornire preziose indicazioni sulla morfologia e i comportamenti degli organismi del passato. Tracce appunto, come scie oppure orme…orme come quelle rinvenute a Ileret,

Read more

La dieta dei primi australopitechi

Nonostante la loro corporatura esile, le australopitecine probabilmente possedevano una grande potenza masticatoria, in grado di rompere per scopi alimentari semi e noci dal guscio spesso e resistente. Questa capacità dei nostri progenitori africani sarebbe stata svelata da una recente simulazione computerizzata che ha preso in considerazione la specie Australopithecus africanus, vissuta in un periodo compreso tra 3,3 e 2,5

Read more

Il primo bacino di Homo erectus

Il ritrovamento del primo bacino quasi intatto di Homo erectus ha consentito di formulare nuove ipotesi sulla gestazione e sulle carattersitiche dei nuovi nati di questa specie di ominide bipede, nostro antenato. In particolare, il reperto datato intorno ad 1,8 milioni di anni fa indicherebbe che le femmine di Homo erectus probabilmente davano alla luce neonati con il cervello già

Read more

L’origine del bipedismo

I nostri antenati cominciarono ad assumere una postura eretta ben 6 milioni di anni fa: ecco il risultato di un’analisi multivariata sulle ossa di numerose specie di ominidi pubblicata suul’ultimo numero della rivista Science.Un gruppo di ricercatori della Stony Brook University e della George Washington University ha confrontato le ossa femorali di Orrorin tugenensis, una specie di ominide vissuta intorno

Read more

Bipedismo e gravidanza

Tra le caratteristiche tipiche della linea evolutiva che ha portato alla nascita dell’uomo, il bipedismo è apparso precocemente, con importanti conseguenze dal punto di vista sia anatomico che comportamentale e cognitivo. La postura eretta comportò infatti numerose modificazioni scheletriche nella parte inferiore della colonna vertebrale, nel bacino e negli arti inferiori, e poiché questi cambiamenti possono essere facilmente documentati dai

Read more
1 7 8 9 10