Ti spiego l’universo – Brugherio ricorda Nanni Bignami

Venerdì 2 febbraio, a Brugherio, si terrà una serata commemorativa del grandissimo scienziato, scrittore e divulgatore Nanni Bignami

Venerdì 2 febbraio, alle ore 21, presso la sala conferenze della Biblioteca Civica di Brugherio (via Italia 27) si terrà l’evento “Ti spiego l’universo – Brugherio ricorda Nanni Bignami”, una serata commemorativa del grandissimo scienziato, scrittore e divulgatore, che a Brugherio ha lasciato un ricordo indelebile come relatore alle rassegne di “Scienza, ultima frontiera”.

Sarà presentato, con l’occasione, il suo ultimo libro, edito da Giunti, “Le rivoluzioni dell’universo”, pubblicato postumo grazie alla cura editoriale della moglie, Patrizia Caraveo, a sua volta astrofisica.

Interverranno la stessa Caraveo e Marco Cattaneo, direttore di “Le Scienze”, “Mente&Cervello” e “National Geographic Italia”, moderati al tavolo dal bibliotecario Ermanno Vercesi.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti, lo streaming della serata sarà poi reso disponibile sul canale YouTube della biblioteca. Sarà possibile acquistare in sala il libro di Bignami.


Nanni Bignami è stato uno dei più grandi scienziati dei nostri tempi, riconosciuto a livello mondiale. Il suo campo di ricerca è stata l’astrofisica: ha scoperto, con la moglie Patrizia Caraveo, una stella di neutroni che c’è ma non si vede (da qui la scelta di chiamarla “Geminga”!), ha presieduto l’Istituto nazionale di astrofisica, ma anche -primo italiano- il Comitato per la ricerca spaziale. È stato docente universitario, ricercatore del CNR e direttore scientifico dell’Agenzia Spaziale Italiana. Ma tutti lo ricordano come grandissimo divulgatore scientifico, a partire naturalmente dalla bellissima rubrica “Polvere di stelle” all’interno della trasmissione Superquark, con Piero Angela. Ci sono però anche i suoi libri, i numerosi articoli sulle riviste e sui quotidiani, in cui puntualmente si spendeva per chiarire al grande pubblico le principali scoperte scientifiche e missioni spaziali. È lui che ci ha spiegato l’universo, ce lo ha reso comprensibile, da vero “Bignami”, anche se -ci teneva a chiarire- non ha parentele con l’autore dei mitici libretti…

Ma i brugheresi hanno anche un altro vivido ricordo di Nanni Bignami, legato alla sua presenza nei cicli di “Scienza, ultima frontiera”, rassegna di divulgazione scientifica, voluti dall’amministrazione comunale e organizzati dalla Biblioteca civica in collaborazione con Elena Cattaneo. Le due serate (2015 e 2016) sono state momenti speciali in cui il pubblico ha apprezzato la competenza, la passione e il coinvolgimento del relatore (le due serate sono visibili sul canale YouTube della biblioteca). Si vedeva chiaramente che Nanni Bignami stava a suo agio in mezzo a un pubblico profano, si spendeva fino in fondo per veicolare in maniera comprensibile, anche spiritosa, ma del tutto affidabile e seria, i misteri del nostro universo e della ricerca umana per esplorarlo e comprenderlo. Nanni Bignami aveva già accettato di inaugurare la rassegna dell’autunno 2017, purtroppo ci ha lasciati improvvisamente nel maggio scorso.

Il suo ultimo libro, “Le rivoluzioni dell’universo”, portato a termine da Patrizia Caraveo, è un ennesimo saggio della sua capacità divulgativa, fin dall’incipit: “Il bello dell’universo – scrive lo scienziato nativo di Desio- e della sua evoluzione passata e futura, compresa quella dell’uomo, è che è facile da raccontare. Basterebbe anche un tweet: “Gran botto, nasce materia, poi stelle, molecole, pianeti, Darwin e noi, tredici miliardi di anni dopo. E domani? Più difficile, ma proviamo” (140 caratteri, spazi inclusi). Intorno a questo tweet universale di costruiscono e poi si espandono a piacere il racconto dell’Universo e la descrizione del suo contenuto, come pure delle ipotesi sul futuro di tutti e di tutto”.

Si riconosce lo stile inconfondibile che ha fatto amare Nanni Bignami da tutti coloro che lo hanno incontrato e conosciuto. La serata commemorativa del 2 febbraio è stata richiesta da moltissimi cittadini: appello raccolto dall’amministrazione che ha chiesto alla biblioteca di organizzarla. Ha collaborato anche questa volta la scienziata e senatrice a vita brugherese Elena Cattaneo.


Patrizia Caraveo è un’astrofisica, dirige l’Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Milano, è un’esperta mondiale di astronomia gamma, un universo “invisibile” allo sguardo, rivelabile solo attraverso speciali telescopi. Collabora a molti progetti di ricerca internazionali e si batte per la dignità delle donne (scienziate ma non solo), ha di recente pubblicato il libro “Uomini e donne: stessi diritti?”, pamplhet denuncia della discriminazione salariale e di carriera, da poco definita come dall’ONU “il più grande furto della storia”. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti.

Marco Cattaneo è il direttore di “Le Scienze”, edizione italiana di Scientific American, ha ideato e dirige “Mente&Cervello” mensile di psicologia e neuroscienze nato nel 2003, cura le pubblicazioni dell’editore “Le Scienze spa”. È laureato in fisica a Milano. Coltiva una grande passione per la fotografia, ha pubblicato diversi reportage su riviste specializzate e oggi dirige dal 2010 “National Geographic Italia”.