Tragedia a Napoli

La redazione di Pikaia è vicina a tutti gli amici e colleghi della Città della Scienza di Napoli per l’immane devastazione che si è consumata in queste ore.

Perdiamo un’eccellenza europea nella comunicazione della scienza, un progetto di riqualificazione che aveva dato speranza a Napoli e all’Italia intera. Ricordiamo tutti le sezioni espositive dedicate alla biologia e all’evoluzione, le tante belle Mostre ospitate e promosse, gli incontri e le manifestazioni, la passione e l’amore che tutti gli operatori mettevano nel loro lavoro. E’ un colpo durissimo, ma il nostro auspicio è che si individuino al più presto le cause dell’incendio e che si ritrovino le forze, prima psicologiche e morali, poi economiche, per una rapida ricostruzione. La Città della Scienza di Napoli risorgerà. 
Ecco il messaggio di Fausto Barbagli, il Presidente di ANMS, Associazione Nazionale Musei Scientifici
Gentilissimi Soci, 
 il rogo che ha distrutto Città della Scienza ha inflitto una profonda ferita alla comunità scientifica e museale e sconvolto tutti noi, ma la ferma volontà di ricostruzione e il contributo di quanti hanno ammirato e credono fermamente in quel felice progetto culturale la faranno risorgere. L’ANMS, di concerto con ICoM ed altre associazioni museali, si sta adoperando con varie iniziative a sostegno di Città della Scienza. Intanto la Fondazione Idis Città della Scienza ha attivato un conto corrente per raccogliere fondi destinati alla ricostruzione: IBAN IT41X0101003497100000003256 causale: Ricostruire Città della Scienza . 
Mi auguro che tutti i nostri Soci vogliano dare massima diffusione all’iniziativa di raccolta fondi e pubblichino questa informazione sui loro siti, avviandola altresì ai loro canali di diffusione di notizie. 
Con i più cordiali saluti, Il Presidente Fausto Barbagli 
 Foto ANSA