Turchia-evoluzione: binomio impossibile?

Ancora problemi per l’insegnamento della teoria dell’evoluzione in Turchia: anche all’università…

Sul sito del National Center for Science Education c’è un aggiornamento (“Teaching evolution in Turkey”) sulla situazione dell’insegnamento dell’evoluzione in un paese oggi tendenzialmente musulmano come la Turchia. 
Il sito americano dedicato all’insegnamento delle scienze riprende un articolo comparso su APS News (“Attitudes towards teaching evolution in Turkey”), in cui emerge che perfino l’insegnamento universitario dell’evoluzione biologica incontria notevoli difficoltà. Si legge, ad esempio, che “There are no universities in Turkey offering undergraduate or graduate degrees in evolutionary biology or in related fields, and even courses in the area are hard to come by“.
Non è la prima volta che nel grande paese mediorientale, che forse nei prossimi anni entrerà nell’Unione Europea, si segnalano problemi per chi insegna e divulga la teoria dell’evoluzione: ricordiamo infatti la censura del sito di Richard Dawkins (Pikaia ne ha parlato qui), il blocco di un sito americano dedicato alla didattica dell’evoluzione (Pikaia ne ha parlato qui) e il licenziamento di giornalisti per aver pubblicato immagini di Charles Darwin sulla copertina della rivista del Tubitak, il CNR turco (Pikaia ne ha parlato qui). 
Per non parlare di  Harun Yahya, il creazionista (galeotto) turco che negli scorsi anni ha diffuso in tutta Europa il suo Atlante della Creazione, libro recentemente presentato in una ‘conferenza scientifica’ a Milano (Pikaia ne ha parlato qui)…