Un mondo a TNA?

L’ipotesi del mondo a pre-RNA postula l’esistenza di un materiale genetico ancora più semplice dell’RNA all’inizio dell’evoluzione della vita, tuttavia non è noto se tali sistemi molecolari possano piegarsi a formare strutture funzionali. Si presume che, qualunque chimica abbia dato origine all’RNA debba aver prodotto altri analoghi dell’RNA, alcuni dei quali possono averlo preceduto o sono entrati in diretta competizione


L’ipotesi del mondo a pre-RNA postula l’esistenza di un materiale genetico ancora più semplice dell’RNA all’inizio dell’evoluzione della vita, tuttavia non è noto se tali sistemi molecolari possano piegarsi a formare strutture funzionali.

Si presume che, qualunque chimica abbia dato origine all’RNA debba aver prodotto altri analoghi dell’RNA, alcuni dei quali possono averlo preceduto o sono entrati in diretta competizione con esso.

Il TNA, l’acido treonucleico, un potenziale derivato naturale dell’RNA, ha ricevuto un considerevole interesse come possibile progenitore dell’RNA a causa della sua semplicità chimica e abilità di scambiare informazione genetica con sé stesso e l’RNA.

In questo nuovo studio pubblicato da Nature Chemistry sono stati applicati metodi di evoluzione darwiniana per evolvere, in vitro, un recettore di TNA che si lega a un target arbitrario con alta affinità e specificità. Ciò dimostrerebbe che il TNA ha l’abilità di piegarsi in strutture terziare esibendo sofisticate funzioni chimiche: questo fornisce prove al fatto che il TNA possa aver funzionato da sistema genetico ancestrale in un momento precoce dell’evoluzione della vita.

Giorgio Tarditi Spagnoli


Riferimenti:
http://www.nature.com/nchem/journal/vaop/ncurrent/full/nchem.1241.html

Immagine:
http://www.sciencephoto.com/image/210340/530wm/G1100893-TNA_molecule,_computer_artwork-SPL.jpg