Un nuovo ornitorinco in famiglia

Dei ricercatori australiani hanno scoperto il molare fossile di un antenato gigante dell’odierno ornitorinco. Dai segni sul dente è possibile ipotizzare frantumasse i gusci delle sue prede

Tre ricercatori della School of Biological, Earth and Environmental Sciences presso la University of New South Wales di Sydney, in Australia, hanno ritrovato il molare fossilizzato di un lontano parente dell’odierno ornitorinco in un sito nell’area di Riversleigh, nel Queensland nord-occidentale. Il dente apparterrebbe a una nuova specie (ricostruzione pittorica) del genere Obdurodon, della famiglia degli Ornithorhynchidae come l’odierno ornitorinco, che invece è l’unica specie conosciuta appartenente al genere Ornithorhynchus
Alla nuova specie è stato dato il nome di Obdurodon tharalkooschild, da Tharalkoo, nome dell’anatra che secondo le leggende degli aborigeni si sarebbe incrociata con un ratto per dare origine agli ornitorinchi. Si tratta della quarta specie fossile di Obdurodon riemersa e, dalle proporzioni del dente, la più grande di cui siamo oggi a conoscenza, della lunghezza di circa un metro – il doppio dell’odierno ornitorinco.
L’analisi del dente, pubblicata su Journal of Vertebrate Paleontology, indica che il monotremo utilizzasse la dentatura (di cui l’odierno ornitorinco è sprovvisto) per frantumare i gusci delle prede, come ad esempio tartarughe, resti delle quali sono state trovate nel medesimo sito. Il fossile risale al Miocene, in un periodo compreso tra 5 e 15 milioni di anni fa. 
Stefano Locati
Riferimenti:
Rebecca Piana, Michael Archera, Suzanne J. Hand. 2013, A new, giant platypus, Obdurodon tharalkooschild, sp. nov. (Monotremata, Ornithorhynchidae), from the Riversleigh World Heritage Area, Australia, Journal of Vertebrate Paleontology, 33:6, pp. 1255-9.
Crediti immagine: John Gould print image of Ornithorhynchus anatinus (platypus). link