Una nuova legge a favore dell’Intelligent Design negli USA?

La nuova strategia dei creazionisti americani per portare l’insegnamento dell’Intelligent Design nelle ore di scienze


Ancora una volta la denuncia arriva dalle parole di Zack Kopplin, il giovane attivista della Lousiana, che da anni si batte per l’insegnamento della teoria dell’evoluzione nelle scuole del suo stato (Pikaia ne ha parlato qui e qui). Dopo 10 anni dalla famosa sentenza del processo di Dover (Pikaia ne ha parlato qui, qui, qui e qui), in cui l’insegnamento dell’Intelligent Design fu dichiarato incostituzionale nello stato della Pennsylvania, il giovane difensore dell’evoluzione fa il punto della situazione sulle nuove strategie dei creazionisti per portare l’insegnamento di ipotesi non scientifiche nelle ore di scienze: la legge Academic Freedom, promossa dal Discovery Institute, tra i principali istituti che supportano l’Intelligent Design negli Stati Uniti (Pikaia ne ha parlato qui e qui), non sarebbe nient’altro che l’ennesimo tentativo di riportare ipotesi creazioniste nelle ore di scienze delle scuole americane. In effetti, la legge prevede la possibilità da parte degli insegnanti di inserire nelle ore di biologia anche del materiale che contraddica la teoria dell’evoluzione. Dalle pagine del The Daily Beast (Creationism Whistleblower: ‘Academic Freedom’ Is Sneak Attack on Evolution), il giovane Zack Kopplin ricorda tutte le strategie simili messe in atto dai creazionisti negli ultimi dieci anni. 

Photo Illustration by Emil Lendof/The Daily Beast