Uomini e scimmie in pericolo

7273.JPG

Lunedì 17 marzo, a Parma, si terrà un’interessante conferenza di Angelo Tartabini sull’impatto dell’uomo sulle altre specie, e in particolare sui primati

Lunedì 17 marzo 2014 ore 16:00
Sala Borri – Palazzo Giordani
Viale Martiri della Libertà, 15 – Parma
CONFERENZA
di ANGELO TARTABINI
Uomini e scimmie in pericolo
presenta
Rocco Caccavari
Presidente Associazione Marino Savini
L’Associazione Marino Savini intende con questo incontro discutere i temi trattati nelle diverse opere dell’autore, del quale ha già presentato nel 2012 il volume “Il mondo in bilico. Uomini
e scimmie: un destino comune”. L’Autore osserva che il nostro sistema di civiltà globale è in
pericolo. Inquinamento, aumento delle emissioni di gas serra, scioglimento dei ghiacciai e desertificazione stanno distruggendo la vita della Terra. I dati sono allarmanti: dal 1970 al 2009 la popolazione mondiale è passata da 3,7 a 6,9 miliardi di persone, nel 2046 saremo 9 miliardi. Di questo passo il pianeta non reggerà. Nonostante ciò l’uomo non impara davvero a guardare la Terra secondo un’ottica ecologista e soprattutto attenta ad altre forme di vita che sono il riflesso dello stato di salute del mondo: ad esempio le scimmie, gli animali a noi più vicini, con cui per milioni di anni abbiamo condiviso ambiente naturale e cibo.
Angelo Tartabini è professore ordinario di Psicologia generale presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Parma. Ha svolto attività di ricerca in Olanda, Inghilterra, Stati Uniti d’America, Canada, Giappone e Sud Africa e, per una decina di anni in Inghilterra. È autore di numerosi articoli, volumi e pubblicazioni.