Uomini, fossili e topi

Si scoprono sempre nuovi fossili di ominini e ominidi, come è avvenuto recentemente nella cava di Malapa, Sud Africa (Australopithecus sediba, Pikaia ne ha parlato qui). Ogni volta che viene fatta una scoperta di questo tipo si innesca un dibattito se le specie fossili trovate siano o meno nostri diretti antenati, e spesso si tende a collocarle alla biforcazione filogenetica


Si scoprono sempre nuovi fossili di ominini e ominidi, come è avvenuto recentemente nella cava di Malapa, Sud Africa (Australopithecus sediba, Pikaia ne ha parlato qui). Ogni volta che viene fatta una scoperta di questo tipo si innesca un dibattito se le specie fossili trovate siano o meno nostri diretti antenati, e spesso si tende a collocarle alla biforcazione filogenetica tra noi e gli scimpanzé, o sul ramo degli australopitechi già “on the way to Homo“. Da una parte è comprensibile: trovare un antenato è molto improbabile, e in ogni caso molto “remunerativo” in termini di pubblicazione e spazio sui media (si vedano ad esempio gli annunci di sediba su Science e Nature). Dall’altra, a Bernard tutto questo entusiasmo per gli antenati sembra strano: oltre ad essere molto improbabili da trovare, gli antenati sono molto meno informativi sull’evoluzione.

Paradossalmente, sono molto più utili ricerche ad esempio sulla genomica dei topi, che non compaiono certo sulle riviste di antropologia, ma che stanno mettendo in luce vincoli strutturali nell’evoluzione del cranio, e promettono di spiegare “perché certe variazioni continuano a comparire nell’evoluzione di molte specie” del nostro albero genealogico.

Si sa sempre di più sulle basi genetiche dell’evoluzione del cespuglio di specie di cui facciamo parte: possiamo conoscere sempre meglio gli antenati comuni attraverso comparazioni genetiche tra specie viventi, e ora tra queste e quelle fossili, e così aggiorniamo continuamente le nostre conoscenze. Ad esempio, si è sempre pensato che i Neanderthal fossero una specie specializzata, ma per Wood questo è relativo: gli umani moderni sono anche più specializzati sotto certi aspetti.

Il canale di PikaiaChannel

Pikaia ha incontrato Bernard Wood e le sue idee anche qui:
Se trovo un fossile di ominide posso essere automaticamente sicuro che sia un nostro antenato?
Mostrami la dentina e ti dirò chi sei
Le ragioni della sopravvivenza e dell’estinzione

Presto su PikaiaChannel la seconda parte dell’intervista.

Intervista di Chiara Ceci
Sintesi di Emanuele Serrelli