Uomini, Scimpanzé, Topi e McDonald

Uomini e Scimpanzé differiscono per molti aspetti: il più studiato è senza dubbio quello relativo alle sequenze geniche e adesso tutti sappiamo che le due specie sono uguali al 96% o al 98%, a seconda di come si calcolano le differenze. Ma sarebbe semplicistico pensare che le differenze finiscano lì: infatti Uomo e Scimpanzé, oltre ad avere geni diversi, vivono


Uomini e Scimpanzé differiscono per molti aspetti: il più studiato è senza dubbio quello relativo alle sequenze geniche e adesso tutti sappiamo che le due specie sono uguali al 96% o al 98%, a seconda di come si calcolano le differenze. Ma sarebbe semplicistico pensare che le differenze finiscano lì: infatti Uomo e Scimpanzé, oltre ad avere geni diversi, vivono esperienze ambientali e culturali completamente differenti. Uno studio su Plos One ha preso in considerazione la dieta, valutando come questo aspetto culturale/ambientale possa influire sulla differenziazione delle specie anche al livello genetico.

La domanda cui si è tentato di rispondere è se le diverse diete di Uomo e Scimpanzé  possano influenzare l’espressione genica. A tale scopo, le differenze alimentari tra le due specie sono state replicate in topi da laboratorio. Quattro gruppi di topi sono stati nutriti per due settimane con diete diverse: 1-la dieta normale da topi di laboratorio; 2-una dieta di frutta, verdure e yogurt, identica a quella che si utilizza per gli scimpanzé in cattività; 3-una dieta che consiste nei pasti disponibili alla “Cafeteria” del Max Planck Institute di Lipsia (voi penserete “a questi gli è andata bene”, ma solo perché non avete assaggiato il riso al latte con sugo di frutti di bosco che fanno lì); 4-una dieta che consiste in cibi provenienti dal McDonald. Dopo due settimane i ricercatori hanno analizzato l’espressione genica nel fegato e nel cervello, e i risultati forniscono qualche interessante sorpresa.

Confrontando topi nutriti con dieta da Scimpanzé e topi nutriti con dieta umana, si è visto che in sole due settimane il 4-8% dei geni espressi nel fegato cambiavano pattern di espressione; se si pensa che in quel tessuto la differenza tra Uomo e Scimpanzé si aggiraè intorno al 15%, è un dato impressionante! L’altro risultato intrigante è che, nell’Uomo e negli Scimpanzé, i geni la cui espressione è influenzata dalla dieta, divergono più di quanto divergano gli altri geni espressi nel fegato. Questo significa che nella storia evolutiva di questi animali la dieta ha avuto un’influenza diretta e ha “aiutato” il cambiamento al livello genico.

Come appare sempre più evidente, l’evoluzione è un intricato complesso di cause che agiscono a diversi livelli e l’interazione tra geni e ambiente è molto profonda e ancora non del tutto chiara. Ah! Dimenticavo… il cervello… beh… l’unica dieta che ha prodotto cambiamenti nell’espressione genica del cervello… è quella del McDonald!

Alessandro Riga


Riferimenti:
Somel et al. 2008. Human and Chimpanzee Gene Expression Differences Replicated in Mice Fed Different Diets. PlosOne 3(2): e1504