Via dal caldo!

La distribuzione di numerosi organismi terrestri si è modificata nel corso degli ultimi decenni a causa del recente incremento delle temperature a livello globale: molte specie, infatti, si sono spostate verso le cime delle montagne o hanno raggiunto latitudini più elevate.Un recente studio pubblicato sull’ultimo numero di Science mette in evidenza come questo costante spostamento stia avvenendo ad una velocità


La distribuzione di numerosi organismi terrestri si è modificata nel corso degli ultimi decenni a causa del recente incremento delle temperature a livello globale: molte specie, infatti, si sono spostate verso le cime delle montagne o hanno raggiunto latitudini più elevate.

Un recente studio pubblicato sull’ultimo numero di Science mette in evidenza come questo costante spostamento stia avvenendo ad una velocità molto superiore a quanto ritenuto finora. Comparando gli areali di oltre 2000 specie tra piante e animali nel corso degli ultimi 40 anni, un gruppo di ricercatori guidato da Chris Thomas dell’Università di York ha scoperto che le specie hanno modificato il loro areale di circa 11 metri per decade in altitudine e di 16,9 chilometri per decade verso i poli. E questo ritmo è tra le  due e le tre volte più rapido di quanto ipotizzato da precedenti modelli e non sembra destinato a cessare, almeno nel breve termine.

Inoltre, le distanze percorse dalle specie sono tanto maggiori quanto più elevato è stato il riscaldamento delle temperature dell’habitat di residenza, mentre ci sono numerose differenze nelle risposte delle singole specie: da quelle che hanno contratto il loro areale per l’aumento del caldo, ad altre che al contrario lo hanno espanso per colonizzare altre aree divenute ora di temperatura idonea, fino ad arrivare a quelle che non si sono mosse ma che proliferano in condizioni di habitat ottimale e si riducono a velocità ridotta in quelli diventati subottimali.

Il riscaldamento globale, concludono i ricercatori, ha portato ad un generale spostamento degli areali delle specie, le quali però rispondono in maniera molto diversa le une dalle altre.

Andrea Romano


Riferimenti:
I.-C. Chen, J. K. Hill, R. Ohlemuller, D. B. Roy, C. D. Thomas. Rapid Range Shifts of Species Associated with High Levels of Climate Warming. Science, 2011; 333 (6045): 1024 DOI: 10.1126/science.1206432