Vita, morte e miracoli di… Erasmus Darwin

Erasmus Darwinmedico, scienziato, poeta, geniale inventore, pioniere nella teoria dell’evoluzione ….e nonno di Charles DarwinDue anni fa uno di  quelli che i miei famigli chiamano “i tuoi pellegrinaggi” mi ha portato a Lichfield per visitare la casa di Erasmus Darwin, nonno del più famoso Charles….una volta  arrivata  ho scoperto che Erasmus fu una delle figure più famose del ‘700 inglese.


Erasmus Darwin
medico, scienziato, poeta, geniale inventore, pioniere nella teoria dell’evoluzione ….e nonno di Charles Darwin

Due anni fa uno di  quelli che i miei famigli chiamano “i tuoi pellegrinaggi” mi ha portato a Lichfield per visitare la casa di Erasmus Darwin, nonno del più famoso Charles….una volta  arrivata  ho scoperto che Erasmus fu una delle figure più famose del ‘700 inglese. Ma vediamo…..

Erasmus Darwin nacque nel 1731,  a Elston Hall nel villaggio di Elston vicino a Newark, Nottinghamshire. Erasmus era il più piccolo di 7 fratelli; suo padre, Robert Darwin,  era un avvocato che, quando ereditò Elston Hall, si ritirò presto dalla professione con una rendita limitata, tanto che  Erasmus e  i suoi  fratelli dovettero lavorare per mantenersi agli studi. Un piccolo cammeo su Robert Darwin…fu il primo a scoprire parte di uno scheletro di plesiosauro, ora conservato al London NHM, quasi 100 anni prima di Mary Anning.

Erasmus frequentò la Chesterfield School per nove anni, per imparare a tradurre testi latini e greci in versi inglesi; in seguito studiò per 6 anni medicina dapprima  presso il  St. John’s College a Cambridge e  poi  alla Edimburgh Medical School.
 Nel 1756 iniziò una carriera, di 25 anni,  come medico condotto di Lichfield. Il suo successo come dottore fu immediato e il suo reddito crebbe stabilmente attraverso tutti gli anni 60 del 1700.

Ed ora parliamo dell’aspetto di Erasmus…Era alto 6 piedi (1,83m), robusto ed energico, ma si appesantì nel corso degli anni, arrivando a pesare 153 kg ! Quando visitava i suoi pazienti a domicilio, faceva entrare nelle case, per primo,  il suo cocchiere, un uomo grosso quanto lui….per testare la robustezza del pavimento…ed essere sicuro che il pavimento stesso fosse in grado di sostenerlo!

La sua prima biografa,  Anna Seward lo descrive così:
Egli era in qualche modo di corporatura superiore alla media, il suo fisico atletico e propenso alla corpulenza; le sue membra troppo pesanti per essere di proporzioni esatte. Sul viso portava le  tracce di un grave attacco di vaiolo; i lineamenti e le espressioni, che, quando non erano animate dai piaceri della vita sociale, erano piuttosto malinconiche,  anziché  vivaci; le spalle incurvate e una grossa parrucca, simbolo professionale di allora, portata in quel periodo giovanile della vita, faceva si che dimostrasse il doppio degli anni che aveva. Di salute florida e di ardente buonumore, con  un sorriso solare, quando entrava in una stanza e al primo incontro con gli amici, rendeva, in gioventù, quell’aspetto , al quale bellezza e simmetria non erano stati favorevoli, agreable.”
Il giudizio deve essere preso con cautela, perché Anna Seward, che viveva a Lichfield, vicino alla casa di Erasmus e ne era invaghita, sperò a lungo ed invano, di poter diventare la seconda Signora Darwin!

Nel 1757 Erasmus si innamorò e poi sposò la diciassettenne Mary Howard , da lui chiamata affettuosamente Polly ; dopo  un anno andarono a vivere in una casa medioevale di fronte alla Cattedrale di Lichfield. Circa nel 1760 i Darwin trasformarono la casa, aggiungendo parecchie nuove e spaziose stanze sul lato occidentale in modo da creare una nuova facciata anteriore dal lato opposto rispetto alla cattedrale, che si affaccia su Beacon Street. (La casa, chiamata “Darwin House” nel 20° secolo, è stata completamente restaurata ed è stata aperta al pubblico nel 1999 come l’Erasmus Darwin Center, un Museo e un centro studi) qui

Qui Erasmus e Polly vissero felici negli anni 60 del 1700 con i loro tre figli; Charles, Erasmus Junior e Robert Waring.Persero, ma era nella norma del tempo, due bimbi in tenera età. Sempre qui purtroppo Polly si ammalò gravemente e, nonostante le cure del Dr. Darwin, morì nel 1770.
In realtà un ombra triste si allungò nei decenni successivi su questo matrimonio….
Charles, il figlio maggiore, brillantissimo studente di Medicina morì all’età di 19 anni ad Edimburgo, a causa di una setticemia, dopo essersi ferito ad un dito durante una dissezione. Erasmus Junior divenne un brillante avvocato, ma si ritirò a 40 anni dalla professione (come il nonno…girava forse un gene strano tra gli uomini Darwin?) passava le giornate giocando d’azzardo e si suicidò buttandosi nel fiume …. in una freddissima notte d’inverno. Solo Robert Waring ebbe una vita felice e fu il padre del grande Charles Darwin.

Ma torniamo al 1770…Erasmus fu completamente devastato dalla perdita della moglie…sua sorella Susanna lo raggiunse nella casa di Lichfield per aiutarlo come governante. Ma il brillantissimo Erasmus, non poteva rimanere in depressione per molto e dopo solo un anno intrecciò una liaison con la diciottenne tata di Robert, Mary Parker, da cui ebbe due figlie illegittime: Susan e Mary Parker, che andarono ad aggiungersi  alla sua famiglia nel 1772-1774. Questo fatto fu qualcosa  che il piccolo Robert, che allora aveva solo 5 anni, non perdonò mai al padre…e possiamo capirlo!…una volta divenuto a sua volta padre non parlò mai ai figli di Erasmus, tanto che Charles Darwin dovette scoprire da solo i meravigliosi scritti del nonno.

Ma non finisce qui…. Nel 1775, Erasmus incontrò Mrs. Elizabeth Pole, la bellissima e giovane moglie del Colonnello Edward Pole, un eroe militare che viveva a Radburn Hall, vicino a Derby (immagine) Erasmus si innamorò immediatamente di Elizabeth, ma per cinque anni non poté fare altro che corteggiarla in versi. Fortunatamente 26 dei suoi appassionati poemi sono sopravvissuti così che noi ora li possiamo leggere, anche se è veramente difficile trovarli. Nel 1780 il Colonnello Pole opportunamente morì … La bellissima e ricca vedova 33enne Elizabeth era corteggiata da giovani ed aitanti spasimanti, ma lei scelse  Erasmus, 48enne e decisamente sovrappeso! E qui ci si deve arrendere davanti al fatto che Erasmus sapesse corteggiare le donne con parole e versi come nessun altro! Quindi nel 1781 Erasmus sposò Elizabeth e lasciò Lichfield. Essi goderono di  21 anni di vita matrimoniale eccezionalmente felice a Radburn e Derby ed ebbero altri sette figli. Ora facendo quattro conti…5 figli avuti da Polly + le due Parker girls +  7 figli del secondo matrimonio…sono 14 FIGLI  per il Nonno Erasmus….pretty impressive isn’t it? Sono numeri grossi anche per l’epoca!

E stato spesso detto, finora senza prove del contrario, che nessuno fin dai giorni di Erasmus Darwin abbia raggiunto così tanti risultati in cosi tanti campi differenti di sfida. Fu eminente dottore e scienziato, poeta, inventore e pioniere nella teoria dell’evoluzione. La fama di Darwin come dottore era già leggendaria durante i suoi anni a Lichfield, grazie ai suoi metodi di cura innovativi; ad ogni modo Erasmus rifiutò l’offerta, fattagli da re Giorgio III, di diventare suo medico personale…si considerava troppo libero e radicale per un simile incarico.

Darwin aveva un grande dono per l’amicizia ed era  famoso per la sua “benevolenza” e le attitudini sociali. Egli spesso invitava amici scienziati a casa sua a Lichfield negli anni 70 e raccolse intorno a se un gruppo di talenti, più tardi conosciuti come la Lunar Society of Birmingham ( la società aveva questo nome perché i suoi membri si trovavano una volta al mese con il plenilunio,in modo da non avere problemi per tornare a casa). La Lunar Society aveva una dozzina di membri, che  fornirono gran parte della forza intellettuale per la rivoluzione industriale in Inghilterra.

L’elenco dei membri della Lunar Society, è simile  al catalogo delle figure più influenti del tempo (qui):
– James Watt, l’inventore del motore a vapore
– Josiah Wedgewood, grande ceramista, inventore delle bone china. Fondatore di un’industria di produzione di ceramiche, ancora oggi  tra le migliori al mondo. Josiah era inoltre grande amico di Erasmus e diventarono consuoceri, quando Robert Waring Darwin sposò Susannah Wedgwood….Josiah fu anche il nonno materno di Charles Darwin!
– Matthew Boulton, il più importante industriale d’Inghilterra, le cui fonderie a Soho vicino a Birmingham erano famose a livello mondiale.
– Joseph Priestley, uno dei padri, con Lavoisier, della chimica moderna, scopritore dell’ossigeno
– Samuel Galton, un altro grande industriale, il cui nipote Francis Galton, fu un pioniere per quanto riguarda genetica e statistica
– William Murdock, l’inventore della generazione di gas di carbone, dell’ illuminazione a gas e delle  locomotive a vapore.
– Benjamin Franklin uno dei Padri Fondatori degli  Stati Uniti d’America

Darwin stesso fu un grande e geniale  inventore meccanico: queste le sue scoperte:

-Un mulino a vento orizzontale, che disegnò per  Josiah Wedgwood
-Un carro  che non si poteva ribaltare
-Una macchina parlante, che si basava sullo studio dei fonemi
-Un sollevatore a canale per barconi
-Un piccolo uccello di metallo, in grado di volare
-Una macchina copiatrice
-Una serie di apparecchiatura  per la meteorologia
-Un pozzo artesiano
(chi lo desidera può trovare sul mio Blog approfondimenti relativi ad alcune di queste scoperte)

Darwin possedeva una rimarchevole conoscenza del mondo naturale e fece scoperte in molti campi delle scienze fisiche e biologiche. Per esempio fu  il primo a apprezzare nella sua completezza il processo della fotosintesi nelle piante. Darwin tradusse  i due testi fondamentali di Linneo  dal  latino all’ inglese, fu un lavoro gigantesco che lo occupò per 7 anni. I due libri vennero pubblicati come  ‘A System of Vegetables‘ e ‘The Families of Plants‘. Nel lavorare a questi testi, Darwin coniò molti dei nomi inglesi delle piante  attualmente in uso.

Vediamo ora Erasmus Darwin poeta…Darwin scrisse  ‘The Loves of the Plants‘, un lungo, strano e singolare poema, che rese molto popolare il lavoro di Linneo. Egli inoltre scrisse ‘Economy of Vegetation’, che vennero entrambi pubblicati con il titolo : ‘The Botanic Garden’. Il suo lungo poema “The Botanic Garden“, pubblicato nel 1789-92, fu entusiasticamente ricevuto dal pubblico e per circa 6 anni Darwin fu acclamato come il miglior poeta inglese del tempo. Ebbe anche un notevole  influenza sui poeti Romantici, specialmente Wordsworth, Coleridge e Shelley. Si dice che una errata interpretazione degli esperimenti di Erasmus ispirò a Mary Shelley il suo Frankenstein.

Il lavoro scientifico più importante di Darwin fu  ‘Zoonomia’ (1794–1796), un corposissimo testo di medicina; e proprio in questo testo Erasmus propose l’idea di evoluzione, intesa come sviluppo su tempi lunghissimi di forme complesse a partire da forme più semplici. Ma vediamo le sue parole:
Would it be too bold to imagine, that in the great length of time, since the earth began to exist, perhaps millions of ages before the commencement of the history of mankind, would it be too bold to imagine, that all warm-blooded animals have arisen from one living filament, which THE GREAT FIRST CAUSE endued with animality, with the power of acquiring new parts, attended with new propensities, directed by irritations, sensations, volitions, and associations; and thus possessing the faculty of continuing to improve by its own inherent activity, and of delivering down those improvements by generation to its posterity, world without end!

Darwin perse la sua popolarità improvvisamente nel 1798, principalmente perché le sue idee radicali sembrarono anti patriottiche, mentre l’Inghilterra era in guerra con la Francia. Anche il sostenere l’evoluzione lo rese impopolare. Non scoraggiato da questo contrattempo, Darwin scrisse un secondo lungo poema ‘The Temple of Nature‘, tracciando il progredire della vita da microscopiche creature nei mari primevi a pesci, poi ad anfibi fino alla razza umana. Il poema era centinaia di anni in anticipo sui tempi.

Durante i sui tempi migliori nessuno ebbe una reputazione più alta di quella di Erasmus Darwin.

Ora per concludere vediamo in cosa consisteva la singolarità di The Loves of the Plants:

La particolarità dei versi  fu l’antropizzare il comportamento riproduttivo dei fiori: così  gli stami divennero focosi amanti maschi e il pistillo era paragonato a femmine innamorate o a spose ritrose! Ma vediamo…
Ecco i versi dedicati al Colchicum autumnale

COLCHICA emerge, e sotto al ciel turbato
Fa brillar l’ occhio radiante, scalda
Il freddo seri della stagion canuta,
E co ‘1 fulgor di sua beltà rischiara
La buja sfera. Tre pudiche ancelle 
Seguon l’ ardita ninfa, e sei leggiadri 
Garzon, preda d’amor, scorta le fanno.
Tal coronato da’ minor pianeti 
Splende l’ astro di Giorgio, e nel1’ azzurra 
Carriera della notte il plaustro guida
Folgoreggiante ; maestoso in fronte
Sovra le ondose nubi alto si libra,
Rompe a traverso le stagnanti nebbie,
E fra i turbini danza e le procelle

E qui per comprendere a fondo il significato dei versi, rimando i lettori non esperti di Botanica ad osservare attentamente l’interno di un fiore di colchicum.
Vi lascerei anche domandandovi se conoscete l’astro di Giorgio o Georgium Sidus
E ora un po’ di bibliografia:

I maggiori testi
• Erasmus Darwin, A Botanical Society at Lichfield. A System of Vegetables, according to their classes, orders… translated from the 13th edition of Linnaeus’ Systema Vegetabiliium. 2 vols., 1783, Lichfield, J. Jackson, for Leigh and Sotheby, London.
• Erasmus Darwin, A Botanical Society at Lichfield. The Families of Plants with their natural characters…Translated from the last edition of Linnaeus’ Genera Plantarum. 1787, Lichfield, J. Jackson, for J. Johnson, London.
• Erasmus Darwin, The Botanic Garden, Part I, The Economy of Vegetation. 1791 London, J. Johnson.
• Part II, The Loves of the Plants. 1789, London, J. Johnson.
• Erasmus Darwin, Zoonomia; or, The Laws of Organic Life, 1794, Part I. London, J. Johnson,
       Part I-III. 1796, London, J. Johnson.
• To Elizabeth, with love, Harris 2008
• Erasmus Darwin, The Temple of Nature; or, The Origin of Society. 1806–1807, London, J. Johnson

Libri che riguardano Erasmus
• King-Hele, Desmond. 1999. Erasmus Darwin: a life of unequalled achievement. Giles de la Mare Publishers.
• King-Hele, Desmond (ed) 2002. Charles Darwin’s ‘The Life of Erasmus Darwin’. Cambridge University Press.
• Seward, Anna 1804. Memoirs of the life of Dr. Darwin.
• Jenny Uglow. The Lunar Men: The Friends Who Made the Future Faber & Faber

Il testo più divertente e particolare è ‘The Amazing Dr. Darwin’, di Charles Sheffield, un famoso autore di fantascienza. Si tratta di una raccolta di racconti in cui  il Dr. Darwin investiga casi strani con le stesse tecniche di  Sherlock Holmes….e direi che io vedrei benissimo il grande Erasmus , in queste vesti! qui
Un libro che raccomando!

Patrizia Martellini 
Blog Evolve or Die