La biodiversità dei lemuri

6841.JPG

Alla scoperta della variabilità genetica della più strana ed elusiva specie di lemure del Madagascar: l’aye-aye

Gli aye-aye(Daubentonia madagascariensis) sono una specie di lemuri del Madagascar, che l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura ha recentemente dichiarato essere in pericolo di estinzione, a causa della continua deforestazione che ha luogo nell’isola africana. Gli aye-aye sono animali notturni, solitari e con una densità di popolazione molto bassa. Sono anche la specie di lemuri con la maggior distribuzione geografica dell’isola. Tutte caratteristiche che li rendono animali difficili da studiare nel loro habitat.
Date queste premesse, risulta evidente l’impatto di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori americani e singaporiani, che ha sequenziato il genoma di tre diverse popolazioni di aye-aye e pubblicato i risultati su PNAS. Scopo degli scienziati era l’individuazione e la caratterizzazione di pattern di diversità genetica in queste popolazioni, in modo da fornire informazioni utili ai fini della conservazione della specie.
Per fare ciò, hanno analizzato la sequenza genomica completa di dodici individui provenienti da tre diverse regioni del Madagascar: settentrionale, orientale e occidentale. Hanno così scoperto che la diversità genetica è significativamente più alta fra le popolazioni di aye-aye del nord e dell’est, il che lascia supporre che ci sia stato un prolungato periodo durante il quale non c’è stato accoppiamento fra di esse. Gli studiosi hanno quindi paragonato questa differenza a quella esistente fra esseri umani di diversa origine – africana, europea e sud-est asiatica – scoprendo che le popolazioni africana ed europea sono più simili di quanto non siano le popolazioni settentrionale e orientale di aye-aye, nonostante fra queste due linee di lemuri ci siano soltanto 160 miglia circa di distanza. Ciò lascia supporre che vi sia stata una barriera biogeografica che abbia facilitato questa divergenza, probabilmente avvenuta circa 2300 anni fa.
Le informazioni raccolte da questo studio consentiranno di pianificare con più cura la protezione di questa specie a rischio di lemuri e, più in generale, forniscono preziose informazioni riguardo alla biodiversità del Madagascar.
Michele Bellone
Riferimenti:
George H. Perry, Edward E. Louis, Jr., Aakrosh Ratan, Oscar C. Bedoya-Reina, Richard C. Burhans, Runhua Lei, Steig E. Johnson, Stephan C. Schuster, and Webb Miller. Aye-aye population genomic analyses highlight an important center of endemism in northern Madagascar. PNAS, March 25, 2013 DOI: 10.1073/pnas.1211990110
Immagine da Wikimedia Commons