La bocca per seconda viene prima

Il destino del blastoporo durante lo sviluppo nei bilateri primitivi non è ancora ben compreso. Nei bilateri, gruppo che comprende tutti gli animali a simmetria bilaterale, sono compresi i deuterostomi, organismi durante il cui sviluppo si forma prima l’ano dal blastoporo e poi la bocca,  il blastoporo forma l’ano, e i protostomi, organismi in cui il blastoporo subisce diverso destino


Il destino del blastoporo durante lo sviluppo nei bilateri primitivi non è ancora ben compreso. Nei bilateri, gruppo che comprende tutti gli animali a simmetria bilaterale, sono compresi i deuterostomi, organismi durante il cui sviluppo si forma prima l’ano dal blastoporo e poi la bocca,  il blastoporo forma l’ano, e i protostomi, organismi in cui il blastoporo subisce diverso destino nei diversi gruppi. Questa variabilità, associata all’assenza di informazioni da taxa chiave, impedisce la ricostruzione corretta dello sviluppo ancestrale comune a Protostomia e Deuterostomia. Il destino del blastoporo dei Bilateria primitivi gioca un ruolo fondamentale nella transizione dalla simmetria radiale a quella bilaterale. Uno studio pubblicato su Current Biology ha focalizzato la sua attenzione sui priapulidi: questi piccoli metazoi ecdisozoi (cioè che si accrescono con mute) possiedono una morfologia pressoché immutata dal Cambriano, periodo da cui provengono abbondanti fossili dello stesso phylum, inoltre la loro posizione filogenetica fa di loro un gruppo chiave nella comprensione dell’evoluzione dei protostomi.

Lo studio segue l’espressione di geni coinvolti nella gastrulazione e nello sviluppo embrionale dell’intestino nella specie Priapulus caudatus. Lo studio mostra che il blastoporo dà origine all’ano presso il polo vegetale dello zigote e che i marker brachyury e caudal della parte posteriore dell’intestino si esprimono nel blastoporo e nell’ano, mentre i marker della parte anteriore foxA e goosecoid sono espressi nella bocca e nell’ano al polo animale. Quindi la gastrulazione di P. caudatus svolge un pattern strettamente deuterostomico. Questi risultati sono compatibili conuno scenario filogenetico in cui il progenitore dei bilateri possiede uno sviluppo embrionale deuterostomico.

Giorgio Tarditi Spagnoli



Riferimenti:
José M. Martín-Durán, Ralf Janssen, Sofia Wennberg, Graham E. Budd, Andreas Hejnol. Deuterostomic Development in the Protostome Priapulus caudatus. Current Biology, 2012; DOI: 10.1016/j.cub.2012.09.037

Immagine da Wikimedia Commons