Un’ulteriore conferma

Dal DNA, una coferma dell’arrivo dell’uomo in Australia intorno a 45-50000 anni fa

I primi uomini che abitarono il continente australiano giunsero in quelle terre grazie ad un lungo viaggio attraverso l’Asia meridionale. Questa ipotesi non è certo nuova, ma in suo supporto giungono anche evidenze dal DNA mitocondriale.

Uno studio pubblicato sulla rivista BMC Biology ha infatti rinvenuto alcune mutazioni tipiche ed esclusive degli aborigeni australiani nel genoma mitocondriale di alcuni individui provenienti da piccole popolazioni residenti in India. Dopo evidenze fossili, archeologiche ed altre basate su marcatori genetici del DNA nucleare, finalmente arrivano le prime prove dall’mtDNA dell’approdo degli uomini in Australia intorno a 45-50.000 anni or sono.


Riferimenti:
Satish Kumar, Rajasekhara REDDY Ravuri, Padmaja Koneru, B P Urade, B N Sarkar, A Chandrasekar and V R Rao. Reconstructing Indian-Australian phylogenetic link. BMC Evolutionary Biology 2009, 9:173