Archivio autore: Fabio Perelli

L’evoluzione è prevedibile? Forse sì, almeno in alcuni casi

Il compianto evoluzionista Stephen Jay Gould non smetteva mai di ripetere che, riavvolgendo il film della vita e facendolo ripartire, vedremmo sempre una storia diversa. Un’efficace metafora per esprimere l’imprevedibilità dell’evoluzione, un processo guidato dal caso o, più propriamente, dalle contingenze. A tal punto che la scienza che studia l’evoluzione è considerata una “scienza storica”, dal momento che punta soprattutto

Read more

Il primo batterio virtuale

La nuova frontiera della bioingegneria è l’incontro tra la biologia e la programmazione informatica. Il primo organismo virtuale, una fedele riproduzione in codice binario di un essere vivente realmente esistente, Mycoplasma genitalium, un minuscolo batterio, è stato programmato con successo. La descrizione dell’organismo è stata pubblicata sulle pagine della rivista Cell. I padri del microganismo computerizzato sono i ricercatori dell’Università

Read more

Il successo evolutivo dei carnivori

Il successo evolutivo e il forte sviluppo demografico della nostra specie sono legati all’acquisizione della dieta carnivora. I vegetariani storceranno il naso, ma se vi trovate a leggere queste righe e a riflettere su quanto c’è scritto è probabilmente merito anche dei benefici dell’assunzione di proteine animali.A questa conclusione sono giunti i ricercatori della svedese Lund University, comparando i tempi

Read more

L’invenzione dell’amicizia

L’uomo è un animale sociale. I membri della specie Homo sapiens operano in concerto per soddisfare i loro bisogni, ma cosa ha dato il “la” all’origine della cooperazione nel corso del cammino evolutivo? Uno studio appena pubblicato su Nature suggerisce che la risposta potrebbe risiedere nello sviluppo dei primi “social network”. Facebook e simili sono un fenomeno recente, in grado

Read more

I tetrapodi più piccoli del mondo

Il record di grandezza tra i vertebrati è indiscusso: Il gigante del pianeta, con i suoi 33 metri di lunghezza per 180 tonnellate di peso, è la balenottera azzurra. Resta però aperto il contenzioso per assegnare gli scettri ai più piccoli del mondo. Il candidato numero uno è un pesce indonesiano, Paedocypris progenetica, di circa 8 mm di lunghezza. Ma

Read more

A cosa serve oggi la scienza?

Con questo capolavoro retorico Ulisse avrebbe ammonito i suoi compagni di odissea secondo il sommo Dante. Essi erano terrorizzati all’idea di oltrepassare le “Colonne d’Ercole”, i confini del mondo conosciuto. Ma se la paura dell’ignoto è un atavico sentimento umano, la sete di conoscenza di Ulisse è un bisogno inestinguibile della nostra specie, uno dei pochi tratti che ci distinguono

Read more
1 2