Il virus dell’HIV in video

La diffusione del virus dell’HIV, diversamente alla maggior parte degli altri agenti virali, è dovuta all’adesione tra le cellule: una cellula infetta si connette ad una sana mediante le cosiddette sinapsi virali. Grazie ad una specifica proteina di membrana, la cellula infetta si ancora al citoscheltro dell’altra e trasferisce parte del proprio contenuto virale al suo interno. Una volta all’interno

La diffusione del virus dell’HIV, diversamente alla maggior parte degli altri agenti virali, è dovuta all’adesione tra le cellule: una cellula infetta si connette ad una sana mediante le cosiddette sinapsi virali. Grazie ad una specifica proteina di membrana, la cellula infetta si ancora al citoscheltro dell’altra e trasferisce parte del proprio contenuto virale al suo interno. Una volta all’interno della cellula si aziona un meccanismo in grado di produrre svariate copie del genoma virale che verranno trasferite a catena in altre cellule sane, perpetuando l’infezione. 

Con l’ausilio di alcuni video ottenuti grazie alla microscopia video 3D ad alta velocità alcuni ricercatori hanno messo in evidenza i meccanismi di attacco delle cellule e trasferimento di materiale virale. Nei video sono ben visibili i cloni di HIV fluorescenti che vengono trasferiti da una cellula all’altra attraverso le sinapsi virali (Video 1).

 

Il gruppo di ricerca, guidato da Benjamin Chen della Mount Sinai School of Medicine, hanno anche visualizzato in che modo il virus agisce all’interno della nuova cellula. Nelle fasi iniziali, la cellula ospite reagisce modificando la propria membrana cellulare, in modo tale da formare piccole vescicole che ingabbiano le proteine virali (chiamate “bottoni” dagli autori). Man mano che l’infezione prosegue, però, il virus è in grado di rompere queste vescicole difensive e penetrare definitivamente nella cellula e iniziare a replicarsi (Video 2, Video 3).

 


Future ricerche saranno incentrate sulla formazione delle sinapsi virali e dei “bottoni”: secondo i ricercatori, infatti, trovare un meccanismo in grado di bloccare la formazione di queste vescicole potrebbe interrompere il ciclo vitale del virus e limitare notevolmente la diffusione della malattia.

Andrea Romano


Riferimenti:
Wolfgang Hübner, Gregory P. McNerney, Ping Chen, Benjamin M. Dale, Ronald E. Gordon, Frank Y. S. Chuang, Xiao-Dong Li, David M. Asmuth, Thomas Huser, Benjamin K. Chen. Quantitative 3D Video Microscopy of HIV Transfer Across T Cell Virological Synapses. Science Vol. 323. no. 5922, pp. 1743 – 1747. DOI: 10.1126/science.1167525