L’origine della pluricellularità e l’evoluzione della vita

Cinque studiosi del Department of Ecology and Evolutionary Biology dell’University of Arizona di Tucson (Michod RE, Viossat Y, Solari CA, Hurand M e Nedelcu AM), studiando le alghe verdi del gruppo delle Volovocine, cercano di comprendere cosa abbia scatenato e perché si sia potuta evolvere la pluricellularità da organismi unicellulari.Secondo quanto si legge nell’ abstract, i ricercatori partono dal presupposto

Cinque studiosi del Department of Ecology and Evolutionary Biology dell’University of Arizona di Tucson (Michod RE, Viossat Y, Solari CA, Hurand M e Nedelcu AM), studiando le alghe verdi del gruppo delle Volovocine, cercano di comprendere cosa abbia scatenato e perché si sia potuta evolvere la pluricellularità da organismi unicellulari.
Secondo quanto si legge nell’ abstract, i ricercatori partono dal presupposto che la fitness di un individuo si possa comprendere considerando esclusivamente le due principali forze evolutive (sopravvivenza e riproduzione).

Lo studio cerca di analizzare (anche in termini matematici) l’interazione tra le principali forze evolutive in organismi composti da un numero sempre maggiore di cellule e correla questa analisi alla maggiore specializzazione di organi e tessuti.

Giulia Fontanesi