Riflessioni sull’evoluzione – I modi dell’evoluzione tra politica, Darwin e gli equilibri punteggiati

Con il consenso degli interessati, pubblichiamo la tesi di Gianluca Latagliata, Corso di Laurea in
Scienze Filosofiche dell’Università di Bologna. Relatore: Riccardo Caporali























Indice

Alcune esperienze e ringraziamenti…………………………………………………..5-13

Epigrafi……………………………………………………………………………………15-7

Introduzione
0.1 L’avvento del fatto…………………………………………………………………….19-24
0.2 Il cambiamento scientifico………………………………………………………………24-8
0.3 Modernità?………………………………………………………………………………………………………28-32
0.4 Nuove evoluzioni……………………………………………………………………….32-5
0.5 Alcuni problemi delle scienze ecologiche………………………………………………35-8

Capitolo I
Geni e comportamenti, la sociobiologia tra scienza e politica
1.1 Wilson: la prima passione per la natura e lo sviluppo intellettuale……………………39-42
1.2 Il taxon cycle……………………………………………………………………………42-4
1.3 Il paradigma riduzionista………………………………………………………………..44-7
1.4 Gli sviluppi della sociobiologia………………………………………………………..47-50
1.5 L’attacco multiplo alla sociobiologia……………………………………………………51-4

Capitolo II
Stephen Jay Gould
2.1 Il personaggio……………………………………………………………………………55-6
2.2 La nascita della teoria degli equilibri punteggiati………………………………………57-8
2.3 Critiche e sostegni……………………………………………………………………..59-60

Capitolo III
L’evoluzionismo politico di Stephen Jay Gould
3.1 New Left…………………………………………………………………………………61-2
3.2 L’intelligenza……………………………………………………………………………62-4
3.3 Le diversità umane………………………………………………………………………64-7

Capitolo IV
Duri colpi all’evoluzionismo
4.1 La necessità darwiniana del gradualismo……………………………………………….68-9
4.2 Verso un nuovo paradigma…………………………………………………………….69-70
4.3 Il declino del gradualismo, un secolo dopo Darwin…………………………………….70-2
4.4 L’approccio interdisciplinare antiriduzionista………………………………………….72-3

Capitolo V
Dalla selezione naturale all’equilibrio punteggiato
5.1 La ristrutturazione dell’evoluzione……………………………………………………..74-8
5.2 I criteri della selezione naturale………………………………………………………..78-80
5.3 Adattazionismo, formalismo, e funzionalismo………………………………………….80-4
5.4 Passando all’equilibrio punteggiato…………………………………………………….84-6

Capitolo VI
Gli individui dell’evoluzione
6.1 L’evoluzione tra individui e specie……………………………………………………..87-9
6.2 Sugli organismi, le specie e gli ecosistemi…………………………………………….89-93
6.3 Individuo ristretto e allargato……………………………………………………………94-6
6.4 Problematiche dei livelli gerarchici dell’evoluzione……………………………………96-8
6.5 Exaptation……………………………………………………………………………98-101

Capitolo VII
Correlazioni evoluzionistiche: alghe e coralli, spandrels e biotecnologie
7.1 Un esempio di come si intersecano varie modalità ed interpretazioni evoluzionistiche:
sbiancamento, pigmentazione dei coralli, e canalizzazione delle alghe simbiotiche….102-7
7.2 Tra selezione naturale ed equilibrio punteggiato………………………………………107-9
7.3 I visibili e gli indivisibili, i franklins e i miltons………………………………………109-13
7.4 Gli spandrels e le potenzialità delle biotecnologie……………………………………113-18

Capitolo VIII
Tempi e spazi dell’evoluzione
8.1 Casualità organica e causalità ambientale……………………………………………119-21
8.2 Da cosa dipende la velocità evolutiva…………………………………………………121-4
8.3 Evoluzioni senza stretti adattamenti…………………………………………………..124-6
8.4 Le tendenze evolutive…………………………………………………………………126-9
8.5 Le bizzarrie del saltazionismo……………………………………………………….129-32
8.6 La speciazione per distanziamento geografico………………………………………..132-6

Capitolo IX
L’evoluzione nel terzo millennio
9.1 Gaia…………………………………………………………………………………137-40
9.2 Scienza, politica ed evoluzione. Climate Crisis ed Industrial Change………………..140-4
9.3 Oltre le conclusioni……………………………………………………………………144-9

Bibliografia………………………………………………………………………………150-3

Riflessioni sull’evoluzione. I modi dell’evoluzione tra politica, Darwin e gli equilibri punteggiati