A marzo gli ultimi due incontri della rassegna “Il corpo e la salute”

il corpo e la salute

Fissate le date per i due incontri (11 e 18 marzo) che chiudono il programma della rassegna “Scienza, ultima frontiera” a Brugherio, che si è aperta a novembre con tre dei cinque incontri previsti

Impedimenti imprevisti avevano costretto due relatori a rinviare la propria serata: ora, superati gli ostacoli e incoraggiati dal costante calo dei contagi, gli organizzatori propongono due date per concludere l'edizione di Scienza: ultima frontiera dedicata al corpo e alla salute.

Venerdì 11 marzo sarà il turno di Pier Paolo Petrone, responsabile del laboratorio di antropologia forense dell'università Federico II di Napoli, coordinatore di un'equipe multidisciplinare protagonista di un rinvenimento eccezionale sul corpo di una delle vittime dell'eruzione del Vesuvio a Ercolano (79 d.C.). La scoperta di tessuti cerebrali umani vetrificati è valsa all'equipe del prof. Petrone una pubblicazione sulla rivista di medicina più prestigiosa al mondo, The New England Journal of Medicine, che mai prima aveva dato spazio all'antropologia forense o all'archeologia. La scoperta è avvenuta su un corpo di Ercolano, quello del custode del Collegio degli Augustali: lo studio permette sia di analizzare neuroni (e non solo) di duemila anni fa, sia di far maggior luce su cosa accadde durante la devastante eruzione che travolse Ercolano, Pompei, Stabia e Oplontis, raccontata da Plinio il Giovane.

Venerdì 18 marzo toccherà a Giuseppe Remuzzi l'intervento conclusivo di questa rassegna, dedicato a un bilancio ragionato sul tema della pandemia, in particolare sul rapporto tra scienza e informazione. Remuzzi è il Direttore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano, in questi due anni di pandemia, in cui siamo stati tutti sovraesposti a un profluvio di notizie quotidiane disorientanti, ha rappresentato un punto di riferimento autorevole, vera e propria voce della scienza e del suo modo di procedere, ricercare, basarsi sempre e soltanto sui dati e sulle evidenze. Nel suo intervento farà il punto della situazione, col rigore che contraddistingue la sua persona e l'istituto che dirige dal 2018, succedendo al fondatore Silvio Garattini. Il Mario Negri – è bene ricordarlo – non brevetta le proprie scoperte, mantenendo totale indipendenza dall'industria, dallo Stato, dall'università, dalla politica, dalla finanza e dalle ideologie religiose. Ricerche e scoperte sono messe gratuitamente a disposizione di tutti, comunità scientifica e pazienti.

Modera Ermanno Vercesi, della , organizzatrice degli incontri, in collaborazione con Elena Cattaneo, scienziata e senatrice a vita.

Gli incontri iniziano alle ore 21, presso l'auditorium dell'istituto Leonardo da Vinci di Cologno Monzese (di fronte alla fermata Cologno Nord MM2).

L'ingresso è libero, nel rispetto delle disposizioni sanitarie di sicurezza vigenti.

Sul canale Youtube della biblioteca ci sarà la diretta streaming delle serate.

Informazioni: Biblioteca Civica, via Italia 27, Brugherio (MB) – tel. 039.2893.401 • biblioteca@comune.brugherio.mb.it • www.comune.brugherio.mb.it (sezione biblioteca) • pagina Facebook

Fonte: comunicato stampa