Giovanni Capellini (1833-1922): un volume speciale del Bollettino della Società Paleontologica Italiana celebra lo scienziato

unnamed

Nel centenario della sua scomparsa la Società Paleontologica Italiana omaggia Giovanni Capellini con un numero speciale del Bollettino, liberamente scaricabile

Giovanni Capellini può essere considerato uno dei più grandi scienziati italiani vissuti a cavallo tra il XIX ed il XX secolo. La sua attività di ricerca, collocata in una fase storica ricca di fermenti e stimoli culturali, il suo innovativo approccio metodologico, unito ad una notevole produzione scientifica che spazia dalla geologia alla alla preistoria, le sue grandi doti organizzative e i numerosi riconoscimenti ricevuti in campo internazionale consentono di delineare la figura di uno scienziato moderno e pienamente europeo.

Gli studi sui marini e continentali italiani rappresentano il corpo principale delle ricerche di Capellini e, nella ricorrenza del centenario della sua morte, la Società Paleontologica Italiana ha voluto onorarne la memoria attraverso la pubblicazione di un volume speciale dedicato al tema delle faune cenozoiche a vertebrati terrestri e marini del Mediterraneo centrale. 

I nove articoli che costituiscono il volume, intitolato Cenozoic vertebrates from the central Mediterranean basin: A tribute to the palaeontological legacy of Giovanni Capellini (1833-1922), sono liberamente scaricabili dai link seguenti.

Indice del volume:

Carnevale G. & Collareta A. (2022)

Cenozoic vertebrates from the central Mediterranean Basin: A tribute to the palaeontological legacy of Giovanni Capellini (1833-1922)
pp. 87-90
doi:10.4435/BSPI.2022.10


Carnevale G., Pellegrino L., Natalicchio M. & Dela Pierre F. (2022)

The Messinian fishes of Capo di Fiume (Palena, Abruzzo): Stratigraphy, taphonomy and paleoecology
pp. 91-118
doi:10.4435/BSPI.2022.07

Seghetti S.M., Georgalis G.L., Tschopp E. & Delfino M. (2022)

A historical overview of the reptile fauna from the Eocene Bolca Fossil-Lagerstätte (Italy)
pp. 119-143
doi:10.4435/BSPI.2022.14


Pavia M., Cavagna S., Pellegrino I., Pellegrino L. & Carnevale G. (2022)

The oldest fossil record of Buteo (Aves, Accipitridae) from the Late Miocene of Italy and its evolutionary implications
pp. 145-158
doi:10.4435/BSPI.2022.11

A large tusk of Metaxytherium (Dugongidae, Sirenia, Mammalia) from the Late Miocene of Montebamboli (southern Tuscany, Italy): evolutionary and paleoecological implications
pp. 159-166
doi:10.4435/BSPI.2022.09


Citron C., Geisler J.H., Collareta A. & Bianucci G. (2022)

Systematics, phylogeny and feeding behavior of the oldest killer whale: a reappraisal of Orcinus citoniensis (Capellini, 1883) from the Pliocene of Tuscany (Italy)
pp. 167-186
doi:10.4435/BSPI.2022.13

A new physeteroid cetacean from the Lower Miocene of southern Italy: CT imaging, retrodeformation, systematics and palaeobiology of a sperm whale from the Pietra leccese
pp. 187-206
doi:10.4435/BSPI.2022.15


Bartolini-Lucenti S., Cirilli O., Pandolfi L. & Rook L. (2022)

The Montopoli site, a reference Local Fauna in the Pliocene and Pleistocene European Large Mammals Biochronology, first discovered by Giovanni Capellini (1833-1922)
pp. 207-222
doi:10.4435/BSPI.2022.08


Azzarà B., Breda M., Cirilli O., Madurell-Malapeira J., Ruzza F., Sorbelli L., Tancredi D. & Cherin M. (2022)

Vigna Nuova: the first Middle Villafranchian mammal assemblage from the Valdichiana Basin, Perugia (Italy)
pp. 223-247
doi:10.4435/BSPI.2022.12