La settimana dell’evoluzione al nuovo museo Darwin-Dohrn a Napoli

Darwin Day Napoli

Dal 7 al 13 febbraio 2022 al museo Darwin-Dohrn incontri con esperti e dibattiti aperti al pubblico, laboratori artistici e giochi didattici per celebrare la storia dell’evoluzione e i suoi padri fondatori da Lamarck a Darwin.

La Stazione Zoologica Anton Dohrn – Istituto Nazionale di Biologia, Ecologia e Biotecnologie Marine –  in collaborazione con la Fondazione Dohrn, dal 7 al 13 febbraio prossimo, organizza la “Settimana dell’Evoluzione”, un ciclo di incontri dedicati non solo al celebre Darwin, ma anche a Malthus, Lamarck, Haeckel, e von Baer che hanno posto le basi della teoria dell’evoluzione.

In tutto 14 appuntamenti aperti al pubblico gratuitamente sino ad esaurimento disponibilità di posti, che si terranno presso il Museo Darwin-Dohrn, centro scientifico-culturale della Stazione Zoologica, dedicato ai due giganti della scienza e della biologia evoluzionistica, Charles Darwin e Anton Dohrn.

È possibile prenotare la propria presenza alle conferenze pomeridiane ed alle attività ludiche mattutine al link: shop.dadom.it scegliendo tra i numerosi appuntamenti in calendario:

Foto di Rosario Balestrieri

Lunedì 7 febbraio

17.30: Valeria Mele, Giancarlo Nobile, Maurizio FraissinetPerché il Darwin Day e la settimana dell’evoluzione

18.30: Christiane Groeben, Darwin, Haeckel e von Baer – tre genitori della Stazione Zoologica  

Martedi 8 febbraio

17.30: Sergio CocozzaA tavola con Darwin

18.30: Iole di Capua & Fabio CrocettaL’esplorazione della biodiversità marina: da Darwin all’era molecolare

Mercoledi 9 febbraio

17.30: Flavia Salomone e Michelangelo IossaConversazioni sull’origine dell’Uomo: 150 anni dopo Darwin

18.30: Graziano FioritoL’espressione delle emozioni

Foto wikimedia commons

Giovedì 10 febbraio

17.30: Marco SignorePagine di pietra

18.30: Marco Ferraguti1864 (o 65?) L’Origine delle specie sbarca in Italia  

Venerdi 11 febbraio

17.30: Roberto Matteo GiordanoLetture darwiniane

18.30: Marco Ferraguti, L’origine delle specie per Darwin e per noi

Sabato 12 febbraio 

10:00-11:00: Andrea AccennatoDisegniamo l’evoluzione 

11:00-12:00: Andrea AccennatoDisegniamo l’evoluzione 

per garantire il distanziamento non sarà possibile far accedere un numero maggiore di dieci partecipanti ad ora. L’attività si svolgerà al Museo Didattico del Museo Darwin-Dohrn

Disegno di Alberto Gennari (2011)

Sabato 12 febbraio 

17.30: Ferdinando BoeroL’economia della natura, e altre idee sullo sviluppo

18.30: Maria Vittoria ModicaAnimali Velenosi e dove trovarli  

Foto di Rosario Balestrieri

Domenica 13 febbraio 

12.00: caccia al reperto per bambini (6-8 anni) e ragazzi (9-12 anni)

I bambini e i ragazzi, per la durata degli eventi a loro riservati, saranno affidati al personale della Stazione Zoologica e della Fondazione Dohrn e riaccompagnati all’ingresso del Museo alla fine delle attività.  

Ricordiamo che a partire dai 12 anni l’ingresso al Museo è consentito solo previa esibizione del super green pass e che tutti i visitatori dovranno essere automuniti di mascherine FFP2. 

Sarà possibile seguire in diretta il ciclo di conferenze dalla pagina Facebook della Stazione Zoologica Anton Dohrn  https://www.facebook.com/sznantondohrn 

Con “La Settimana dell’Evoluzione” la Stazione Zoologica, assieme alla Fondazione Dohrn, dà il via alle celebrazioni per il 150° anniversario della sua costituzione, che proseguiranno durante l’anno con una serie di importanti iniziative. Fondato, infatti, nel 1872 da Anton Dohrn, l’Ente è oggi un riferimento internazionale per lo studio del mare con laboratori di ricerca che spaziano dalla zoologia e botanica marina (la biodiversità), alla biologia marina, l’oceanografia biologica e l’ecologia, alla biologia cellulare, la biochimica, la biologia molecolare e la neurobiologia,  alle biotecnologie marine anche in supporto alla biomedicina.

Nulla in biologia ha senso se non alla luce dell’evoluzione (Theodosius Dobzhansky)

Per gli altri eventi previsti in Italia puoi consultare il nostro elenco dei Darwin Day 2022

Fonte: Ufficio Stampa Fondazione Dohrn