Risultati per: cambriano

La bocca per seconda viene prima

Il destino del blastoporo durante lo sviluppo nei bilateri primitivi non è ancora ben compreso. Nei bilateri, gruppo che comprende tutti gli animali a simmetria bilaterale, sono compresi i deuterostomi, organismi durante il cui sviluppo si forma prima l’ano dal blastoporo e poi la bocca,  il blastoporo forma l’ano, e i protostomi, organismi in cui il blastoporo subisce diverso destino

Read more

Cervelli complessi dal Cambriano

Un fossile straordinariamente ben conservato ci fornisce importanti informazioni sulle prime fasi di evoluzione del sistema nervoso centrale complesso. Fuxianhuia protensa, così è stata chiamata la nuova specie, è un artropodo vissuto oltre 520 milioni di anni or sono, senza però lasciare discendenti fino ai giorni nostri. Nonostante ciò, questo organismo rappresenta un’importante testimonianza dell’evoluzione del cervello e dei sistemi

Read more

La prima ‘conchiglia’

La rivista Geology pubblica i risultati di un’importante scoperta riguardante l’evoluzione delle forme di vita pluricellulari sulla terra. Si tratta, infatti, della descrizione del primo organismo dotato di parti strutturali ossificate, risalente ad un periodo compreso tra 560 e 550 milioni di anni fa. In poche parole, le prime testimonianze di vita dotata di esoscheletro e/o di componenti biominerallizzate, come

Read more

Il tulipano marino di Burgess

Sempre nuove meraviglie dall’argilloscisti di Burgess, che ci fornisce uno spaccato via via sempre più dettagliato di quella che era la vita nei fondali marini in seguito alla grande esplosione di vita del Cambriano. Alla già lunga lista di specie, alcune scoperte nel corso degli ultimi anni (Hurdia, Nectocaris) si aggiunge infatti una nuova, strana creatura, battezzata Siphusauctum gregarium e

Read more

Anomalocaris strikes back!

Sono sicura che se questo articolo fosse stato pubblicato da una qualsiasi rivista, che non fosse Pikaia, nessuno si sarebbe soffermato su questo titolo. Ma in questo contesto il termine Burgess Shale ha un significato unico, qualcosa che tutti conoscono ed ha un valore evolutivo immenso! Ma vediamo di fare chiarezza per “i non addetti ai lavori”. Burgess Shale è

Read more

Lynn Margulis, la portavoce del microcosmo

Lynn Margulis è stata per tutta la sua vita un personaggio controcorrente, un’autentica ribelle, nella biologia e nella vita. A noi piace ricordarla in una delle ultime volte che l’abbiamo incontrata, poco più di un anno fa. Le era stata conferita una laurea a honorem presso un’antica e prestigiosa università italiana, e aveva passato alcuni giorni nel nostro paese. La

Read more

A spasso per la Burgess

Le prime tracce fossili di movimento (repichnia) provengono dal Cambriano Medio della formazione di Burgess Shale (Canada). A differenza dei fossili del corpo, le tracce fossili forniscono informazioni su come l’animale vivesse e come interagisse con l’ambiente. La scoperta di grandi tracce è unica dei depositi “tipo Burgess” ma finora non si conosceva quali animali fossero in grado di produrle.

Read more

Aguzzate la vista, artropodi!

Una delle famigerate prove della non esistenza dell’evoluzione è, secondo creazionisti e sostenitori delll’Intelligent Design, la perfezione dell’occhio. Un organo talmente preciso e complesso, argomentano, non può essersi evoluto sotto l’azione della selezione naturale. Quindi, deve essere stato progettato da un Essere Superiore che ha plasmato le forme viventi. Quindi, la teoria dell’evoluzione per selezione naturale è errata. Forse hanno

Read more

Angiosperme nell’Ordoviciano, oppure…

Benvenuti alla nuova oscena puntata sul giornalismo scientifico italiano. Questa volta però, al posto di una fresca, vi proponiamo una notizia fossile: “In argentina le piante-dinosauro: trovati fossili di 472 milioni di anni“. A “informarci” sui “fatti” è Libero, qualche mesetto fa oramai (12 ottobre 2010). Adesso, al di là del trito e ritrito accostamento tra fossili e dinosauri  nel

Read more

La nuova giungla del Precambriano

A questo periodo associamo infatti la radiazione dei primi animali. Quali furono i presagi del loro avvento? Probabilmente l’evoluzione di geni per l’adesione cellulare, avvisaglia della multicellularità, e l’organizzarsi di un sistema in grado di coordinare le parti: il sistema nervoso. Una giungla che tanto ha affascinato Rita Levi Montalcini, con “i suoi miliardi di cellule aggregate in popolazioni le

Read more

Più lunghi, più a lungo

E’ molto recente la scoperta di una nuova specie di anomalocaride, pubblicata sull’ultimo numero di Nature: non solo è la più grande conosciuta finora, ma anche sopravvissuta più a lungo. Gli anomalocaridi erano già noti per essere i più grandi animali del Cambriano, circa 50 centimetri di lunghezza, ma la nuova specie scoperta da Peter Van Roy, del Belgio, e

Read more
1 2 3 4 5 6 7